Recensione: Ilaria Mossa – Una nota nel cuore. Marta e Joseph


Una nota nel cuore: Marta e Joseph di Ilaria Mossa non è stata una lettura facile da portare avanti, non perché il libro non fosse scritto bene o la storia d’amore non fosse affascinante, ma perché ha la capacità di riportare alla mente quelle speranze che ognuno di noi ha nutrito nei confronti dell’amore.
Un amore che è raccontato con gli occhi di due adolescenti Marta e Joseph, totalmente opposti nel loro modo di essere ma accomunati dalla passione per la musica che riuscirà, nonostante i mille nonostante, che possono accompagnare le insicurezze e le vicende della pubertà a farli avvicinare. Si potrà quindi, tramite questo libro toccare con mano, le “illusioni” che si celano dietro al pensiero di come sia vivere una relazione interpersonale, ma anche tutte le delusioni del caso, che portano invece ahimè al cinismo nei confronti dell’amore vero che si sviluppa con la crescita.
Joseph, dopo mille sogni ad occhi aperti, riesce, infatti, a toccare con mano il significato di costruire un rapporto e di come, per quanto si possano fare progetti sulle prime volte le cui attese sono da sempre enormi, in realtà ciò che conta è la naturalezza con cui le prime esperienze riescono sempre a coglierci e disarmarci. Marta, d’altro canto, invece disillusa dall’amore, e plagiata nel pensare che il principe azzurro sia solo un’utopia, riesce a ricredersi sperimentando, forse per l’unica volta nella sua vita, il vero amore e capendo che conoscendo e amando gli altri si sta in realtà anche conoscendo e amando se stessi.
Un amore che dimostrerà come il canone dell’amore non sempre è vero e che la verità di questo sentimento è presente solo nella semplicità di ciò che si prova e si vive.  Questa realtà pura e felice, deve però fare i conti con il destino beffardo e soprattutto con la tempesta della vita, che riesce in un singolo momento a distruggere il puzzle scompigliando ogni pezzo. Il finale, infatti, riporta il lettore alla realtà, quella che purtroppo ci dice come “ci sono amori che devono essere vissuti, altri che devono essere raccontati”.
Una nota nel cuore. Marta e Joseph, è riuscito, per un po’, a farmi uscire dal cinismo sull’amore e a credere alla storia del filo rosso, secondo cui esiste al mondo una persona (che può essere chiamata anima gemella) con cui siamo legati da un sottile filo rosso.  I turbini della vita poi, possono farci allontanare o avvicinare ma quel filo rimarrà sempre e credo che ognuno di noi, anche Joseph è riuscito almeno una volta nella vita a sentire e vedere con il cuore la presenza di quel filo.
Avrei, però apprezzato che la parte finale di questo libro fosse più dettagliata con salti temporali più brevi, perché a oggi mi rimane un dubbio: che fine ha fatto Stefan? Per sapere chi è Stefan dovete leggere il libro, perché lui rappresenta quella persona che nella situazione più favorevole ha bisogno di “remarti contro”, per accettare le sue debolezze.
Questo libro, quindi lascia il lettore appeso a una linea sottile in bilico fra sogno e realtà, contesto spesso piacevole e necessario per sopravvivere restando però con i piedi per terra.

Cardinali Greta

Titolo: Una nota nel cuore (Prequel): Marta e Joseph
Autore: Ilaria Mossa
Formato: Formato Kindle
Prezzo Kindle: EUR 2,99

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.