Recensione: Giulio Natali – Soste forzate


Giulio Natali è alla ricerca dei personaggi perduti, prima con Questioni di testa, dove narra ventuno storie di personaggi in cerca del senso delle piccole cose, con ironia e compassione, immedesimandosi nei caratteri e nelle personalità narrate, osservando senza mai giudicare, scrivendo con stile sopraffino. Adesso esce Soste forzate, un’altra raccolta di racconti scritta sul tracciato di un’ipotetica metropolitana cittadina, un racconto per ogni fermata, un personaggio da scoprire tra una sosta e l’altra. Giulio Natoli pubblica con La Gru Edizioni (edizionilagru.com), un’interessante realtà editoriale di Latina che pare compiere scelte accurate, secondo un ben definito progetto culturale. Il monologo dell’attore, racconto d’attacco, rapido e ben strutturato, ci porta nel mondo dei personaggi di Natali con un attore interprete di Amleto, che dopo aver recitato le indecisioni tipiche del personaggio (essere o non essere?), prende la sua decisione per vivere una vera vita. Rispedito al mittente, la seconda storia, racconta le vicissitudini di un indeciso, un pacifista che vorrebbe fare il militare, un laureando in lettere che non sa che cosa fare della sua vita, finisce in un oscuro impiego burocratico, infine decide che è meglio andare a insegnare. Il finale a sorpresa è in agguato, anche in una storia come questa, breve e fulminante, dove tutto sembra scontato, ma la cosa che sorprende è l’argomento della tesi scelta dal ragazzo, molto vicina a una noiosa pratica di lavoro sbrigata in ufficio. Felicità è un dialogo tra paziente e dottore, soltanto all’ultima riga il lettore si accorge che ha appena letto la confessione di una serial killer, di un angelo della morte che con il suo lavoro da infermiera porta (a suo modo) la felicità in corsia. Non vado oltre, i racconti sono molti, tutti piuttosto brevi, ma intensi, scritti con stile lucido e accattivante, narrati con grande senso della suspense anche se non sono storie thriller ma racconti di vita quotidiana. Periodi brevi, concisi, rapidi, che vanno a comporre uno spaccato di esistenze, un compendio di caratteri e di situazioni, alla ricerche delle piccole cose che danno un senso alla vita. Da leggere, senza mezzi termini.

Titolo: Soste forzate
Autore: Giulio Natali
Prezzo copertina: € 15.00
Editore:La Gru
Collana:Catarsi
Data di Pubblicazione:2021
EAN:9791280204295
ISBN:128020429X
Pagine:254

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.