Concorso: XIII edizione del Premio letterario “Raduga”


AL VIA LA XIII EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO ITALO-RUSSO “RADUGA”

Organizzato da Conoscere Eurasia, dall’Istituto Letterario A.M. Gor’kij, in collaborazione con la Fondazione Russkij Mir e con il sostegno di Banca Intesa Russia e Gazprombank, l’iniziativa promuove giovani narratori e traduttori italiani e russi, con il supporto di una giuria d’eccezione.
La scadenza per partecipare è il 1° marzo. I narratori e i traduttori finalisti verranno annunciati entro luglio. A settembre si terrà a Trento la cerimonia di premiazione dei vincitori.

È partita oggi, con la pubblicazione del bando, la XIII edizione del Premio letterario “Raduga”, il prestigioso riconoscimento internazionale rivolto a giovani narratori e traduttori italiani e russi. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Conoscere Eurasia, dall’Istituto Letterario A.M. Gor’kij, in collaborazione con la Fondazione Russkij Mir e con il sostegno di Banca Intesa Russia e Gazprombank.
Il Premio Raduga muove dalla convinzione che vi sia sempre più bisogno di autori sensibili agli autentici valori umanistici, in grado di esprimere e tramandare alle generazioni future i loro sentimenti di indipendenza, libertà e responsabilità sociale. Si tratta di un riconoscimento rivolto a giovani tra i 18 e i 35 anni, con lo scopo di valorizzarne i talenti letterari, attraverso una giuria formata da note personalità del mondo della cultura che sceglierà i cinque finalisti per ciascuna delle due categorie (Giovane narratore dell’anno e Giovane traduttore dell’anno) per entrambe le lingue.
I finalisti saranno messi in contatto con personalità autorevoli del panorama letterario italiano e russo e i loro elaborati verranno pubblicati in un volume bilingue, l’Almanacco letterario 13, che verrà distribuito nei due Paesi.
Per i giovani narratori e traduttori italiani che intendono candidarsi, il bando è disponibile nella sezione dedicata del sito dell’Associazione Conoscere Eurasia (conoscereeurasia.it/premio-letterario-raduga). I concorrenti devono inviare i materiali e i documenti richiesti nel bando all’Associazione Conoscere Eurasia all’indirizzo e-mail: raduga@conoscereeurasia.it entro il 1° marzo 2022. I concorrenti russi dovranno invece consultare il sito dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij in cui verrà pubblicato il bando e inviare le proprie opere alla giuria russa. I cinque narratori e i cinque traduttori italiani finalisti saranno resi noti sul sito dell’Associazione entro luglio. A settembre verranno annunciati i vincitori per entrambe le lingue, nel corso di una cerimonia di premiazione a Trento.
I membri della giuria italiana e russa
La giuria italiana è composta dal presidente Carlo Feltrinelli (Presidente del Gruppo Feltrinelli e della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli), da Stefano Aloe (slavista e storico della letteratura russa, professore presso l’Università di Verona, Managing Editor della rivista Dostoevsky Studies e vicepresidente della International Dostoevsky Society), da Biagio Goldstein Bolocan (scrittore specializzato in editoria scolastica e romanziere), da Luca Doninelli (scrittore, accademico e drammaturgo), da Maria Pia Pagani (professoressa dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e autrice di saggi sul teatro russo) e da Giuliano Pasini (comunicatore e autore).
La giuria nazionale russa è composta dal presidente Boris Nikolaevič Tarasov (professore ordinario, direttore del Dipartimento di Letteratura straniera dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij), da Nina Sergeevna Litvinec (editrice, critica letteraria e traduttrice), da Elena Leonidovna Pasternak (docente alla Facoltà di Filologia dell’Università Statale di Mosca Lomonosov, presidente della Fondazione Boris Pasternak), da Evgenij Michajlovič Solonovič (poeta, traduttore e professore emerito dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij), da Aleksej Nikolaevič Varlamov (scrittore e filologo, rettore dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij) e da Anna Vladislavovna Jampol’skaja (traduttrice, filologa e professore presso l’Istituto Letterario A.M. Gor’kij).

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.