Pagina69: Uccidere il padre di Amélie Nothomb


Uccidere il padre
Pagina 69

– A divertirsi.
– Non rientrerà subito, allora?
– Perché me lo chiedi? Per unta risposta, lei gli saltò addosso.

L’ indomani mattina, Norman amava il mondo intero. Davanti a lui, Joe aiutava Christina a preparare la colazione. Aveva un’aria premurosa che gli ispirava tenerezza: “È mio figlio” pensava. “Lo è più di prima. Quello che è successo lo ha dimostrato!’ Lo amava ancora di più perché era riuscito a superare la sua collera: grazie a quella prova, si scopriva migliore. Il suo amore per Christina non era mai stato così forte. Lei parlava a Joe con la gentilezza di una sorella maggiore: “Purché Joe non trovi la situazione troppo dolorosa!” si commuoveva Norman, non senza una punta di esultanza.
Il ragazzo divise le uova strapazzate In tre parti e allungò il suo piatto al rivale del giorno prima, in modo del tutto normale. Mangiarono senza parlare, come una famiglia.
Qualche ora più tardi, Christina vide Joe passeggiare a braccetto con una ragazza di sedici o diciassette anni, con una pettinatura tribale. Corse a informarne Norman, che se ne rallegrò quanto lei.
“Un problema tanto enorme che si risolve tanto rapidamente,” rifletté Normali “nasconde forse qualcosa?” Non vide alcuna possibilità di parlarne con Joe. Fu lui che andò a cercarlo.
– Hai raccontato a Christina quello che ti ho detto l’altra sera?
– Neanche una parola. Non sa neanche che non avevi preso l’acido.
– Perché?

Titolo: Uccidere il padre
Autore: Amélie Nothomb
Prezzo copertina: € 9.00
Editore: Voland
Collana: Amazzoni
Traduttore: Capuani M.
Data di Pubblicazione: febbraio 2012
EAN: 9788862431088
ISBN: 8862431082
Pagine: 91

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.