Citazioni: Honoré de Balzac, Eugénie Grandet


Citazioni tratte da: Eugénie Grandet di Honoré de Balzac

Provava già gli effetti di questo profondo pudore e di questa coscienza particolare della nostra felicità che ci fa credere, non senza ragioni forse, che i nostri pensieri siano incisi sulla fronte e saltino agli occhi altrui.

Se voi mi conosceste, cugina mia, sapreste che detesto la presa in giro, avvizzisce il cuore e sgualcisce tutti i sentimenti.

La vita dell’avaro è un esercizio costante della potenza umana messa al servizio della personalità. Si appoggia solo su due sentimenti: l’amor proprio e l’interesse; ma poiché l’interesse è in qualche modo l’amor proprio solido e ben inteso, l’attestazione continua di una reale superiorità, l’amor proprio e l’interesse sono due parti di uno stesso insieme, l’egoismo. Da ciò deriva forse la prodigiosa curiosità che suscitano gli avari quando vengono abilmente messi in scena. Ognun è collegato attraverso un filo e questi personaggi che si attaccano a tutti i sentimenti umani, riassumendoli tutti. Dov’è l’uomo senza desiderio, e quale desiderio sociale può essere soddisfatto senza denaro?

Non ci sono graziose similitudini tra gli inizi dell’amore e quelli della vita? Non si culla il bambino attraverso dolci canti e sguardi gentili? Non si raccontano storie meravigliose per rendergli l’avvenire dorato? Per lui la speranza non dispiega continuamente le sue ali radiose? Non versa alternativamente lacrime di gioia e di dolore? Non bisticcia per del nonnulla, per dei sassolini con cui cerca di costruirsi un palazzo dall’equilibrio precario, per dei mazzi di fiori quasi subito dimenticati non appena sono recisi? Non è avido di afferrare il tempo, e di progredire nella vita?

Il creditore assomiglia al passerotto sulla coda del quale i bambinetti si sfidano a mettere un granello di sale; ma il creditore distorce questa immagine contro il suo credito, dal quale non può ricavare niente.

In ogni circostanza, le donne hanno motivi maggiori di dolore di quanti ne abbia l’uomo, e soffrono più di lui. L’uomo ha la sua forza, l’esercito la sua potenza: agisce, va, si occupa, pensa, abbraccia l’avvenire e si trova delle consolazioni. Così faceva Charles. Ma la donna rimane, resta di fronte al dolore dal quale nulla la distoglie, scende sino in fondo all’abisso che ha aperto, lo misura e spesso lo riempie con le sue preghiere e le sue lacrime. Così faceva Eugènie. Si iniziava al suo destino. Sentire, amare, soffrire, essere devota, questa sarà sempre la trama della vita delle donne.

Titolo: Eugénie Grandet
Autore: Honoré de Balzac
Prezzo copertina: € 8.50
Editore: Feltrinelli
Collana: Universale economica. I classici
A cura di: F. Ieva
Data di Pubblicazione: giugno 2015
EAN: 9788807901973
ISBN: 8807901978
Pagine: 250

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.