Citazioni: Amélie Nothomb, Pétronille


Citazioni tratte da: Pétronille di Nothomb Amélie

Per anni ho bevuto come tutti, a seconda delle serate, roba più o meno forte, nella speranza di raggiungere il livello di ubriachezza che avrebbe reso l’esistenza accettabile: con il principale risultato di svegliarmi con i postumi della sbornia. Eppure non ho mai smesso di sospettare che si potesse trarre un beneficio maggiore da questa ricerca.

L’ascesi è un mezzo istintivo per creare in sé stessi il vuoto indispensabile alla scoperta scientifica.

Niente mi mette più tristezza delle persone che, al momento di assaggiare un gran vino, pretendono di “mangiare qualcosina”: è un insulto al cibo e ancora di più alla bevanda. “Altrimenti mi dà alla testa” farfugliano, peggiorando la situazione. Vorrei suggerire loro di non guardare le belle ragazze: rischierebbero di restarne affascinati.
Bere con l’intenzione di evitare l’ebbrezza è tanto disonorevole quanto ascoltare musica sacra proteggendosi contro il sentimento del sublime.

L’amore o l’amicizia sarebbero stati casse di risonanza ideali per tanto stupore.

L’esercizio della firma delle copie verte su una fondamentale ambiguità: nessuno sa quello che vuole l’altro.

Per la maggior parte delle persone, tra le quali ci sono anch’io, l’aspetto fisico conta nell’amicizia e anche nelle relazioni più elementari. Non sto parlando qui di bellezza o di bruttezza, parlo di quella cosa così vaga e importante che chiamiamo fisionomia. Al primo colpo d’occhio, ci sono individui che ci piacciono e disgraziati che non possiamo soffrire. Negarlo sarebbe un’ulteriore ingiustizia.

… il momento dell’incontro è quello in cui si prende improvvisamente la misura del corpo dell’altro.

Mi piace immensamente assistere quando gli altri firmano le copie. Per una volta, non sono io a lavorare! E poi, amo osservare il modo di procedere dei colleghi. Ce ne sono di villani, che firmano i libri senza neanche guardare il lettore, se non addirittura senza interrompere la loro conversazione telefonica, con il cellulare incastrato tra l’orecchio e la spalla. Ci sono quelli che sbrigano rapidamente il lavoro e quelli che sono ancora più lenti di me – penso a quell’adorabile scrittore cinese che esaspera i librai perché dedica una mezz’ora a ogni lettore, per riflettere e poi eseguire a mo’ di firma la calligrafia che l’interlocutore gli ispira. Ci sono quelli che esagerano, quelli che si comportano in modo ossequioso, senza dimenticare quelli che cercano di rimorchiare. È uno spettacolo divertente.

Lo champagne ha la capacità di riconfortarmi. E anche quando non so da cosa ho bisogno di essere riconfortata, la bevanda invece lo sa.

La tragedia consiste nel rivedere la persona e non riconoscerla, o perché è davvero molto cambiata, o perché in quel momento si scopre in lei un aspetto incredibilmente spiacevole che doveva già esser presente ma sul quale si era riusciti a illudersi, in nome di quella strana forma d’amore così misteriosa e così pericolosa, la cui posta in gioco sfugge continuamente: l’amicizia.

I grandi sentimenti hanno bisogno di combustibile.

Titolo: Pétronille
Autore: Nothomb Amélie
Prezzo copertina: € 10.44
Editore: Hachette
Data di Pubblicazione: 2016
ISBN: 2253045411
Ean: 9782253045410

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.