Citazioni: Wulf Dorn, incubo


Citazioni tratte da Incubo di Wulf Dorn

«Vedi, Simon, a un certo punto nella vita si arriva a capire che qualcosa è cambiato in maniera irrevocabile» aveva risposto il padre. «Il nostro compito è accettare questa realtà, trarne il meglio e usarla per crescere. Non possiamo sfuggire alla morte, ma possiamo sfruttare il tempo che ci rimane. Non dovremmo sprecare nemmeno un giorno, perché potrebbe essere l’ultimo. Secondo me è questo il senso della vita»

Si guardarono a lungo, senza dire altro. Ma parlavano lo stesso. Era un dialogo che avveniva dentro i loro cuori. Lì si dicevano cose che solo le emozioni avrebbero potuto esprimere.
Ci apparteniamo. Perché siamo diversi. Anche se gli altri non ci capiscono, noi ci comprendiamo. Finchè chi saremo l’uno per l’altro, non saremo più soli.

Noi due insieme contro il resto di questo brutto mondo, pensò. E poi: Che cosa mi succede? E’ cos’ che ci si sente quando ci si innamora?

A volta qualcosa ci spezza. Non sentiamo alcun rumore, neppure ce ne accorgiamo. Eppure fa malissimo. E’ un dolore così violento che ci sembra non passerà mai. Nemmeno tra mille anni.

E tu non sei più il piccolo, l’ho capito stasera. Per questo non possiamo far tornare in vita i vecchi tempi. Sarebbe come riutilizzare due volte la stessa capsula di caffè. Come quella volta, per la festa della mamma, quando volevamo preparare la colazione, ma era finito il caffè. Te lo ricordi? »
Simon annuì in silenzio. Ovvio che se lo ricordava.
«E ti ricordi che cosa disse la mamma al primo sorso di caffè? Che sapore aveva il nostro caffè? »
Simon sorrise suo malgrado. « Disse che sapeva di calzini vecchi. »
«Bravo» confermò Mike con un cenno del capo. «Calzini vecchi. Non possiamo fingere che tutto sia come prima. Per-ché non è così. La vita va avanti, fratello mio. Sempre più avanti, senza fermarsi mai. Perciò cerchiamo di seguirla. Tu, io e Melina. Di entrare in un nuovo futuro. »

Quando si eravamo giurati di restare insieme per sempre, erano ancora due ragazzini. Adesso erano due giovani e un giorno sarebbero stati due adulti. E tutte la volte la vita sarebbe cambiata per loro, insieme alle cose e alle persone importanti. (…) Gli unici che si sentono traditi sono coloro che si aspettano stabilità e sicurezza.

La morte è invadente e subdola. Una volta entrata nella tua vita, non te ne liberi più

«Per me le persone sono quasi tutte un mistero. Spesso mi sembra che tutti quelli intorno a me indossino una maschera. Sono convinta che, imparando di più sulla psiche, riuscirò a scoprire cosa si nasconde dietro queste maschere.»

Se si toglie lo strato superficiale, si scopre la vera forma sottostante.

Quando ami qualcuno, lo lasci andare. Se ritorna da te, ti appartiene.

Finché dai ascolto alla ragione e ai sentimenti, non ti farà niente. Ma guai se gli lasci campo libero. Ti divorerà.

Abbracciamo la vita, con lo sguardo sempre rivolto in avanti!

Autore: Incubo
Titolo: Wulf Dorn
Prezzo copertina: € 16.90
Editore: Corbaccio
Collana: Top Thriller
Traduttore: Petrelli A.
Data di Pubblicazione: maggio 2016
EAN: 9788867001262
ISBN: 8867001264
Pagine: 361

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *