Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Céline


Viaggio al termine della notte
pagina 69

69

Aveva capito niente la vecchia, del resto, di quello che era capitato, tranne quello. Lola volle passare vicino a quelle tende vuote, strana voglia triste che aveva.
Ne contammo una ventina, di lunghe fornite di specchi, di piccole, molto più numerose, confetterie ambulanti, lotterie, perfino un teatrino, tutto attraversato da correnti d’aria; sparsi fra gli alberi ce n’era dappertutto, di baracconi, a uno di quelli, verso il viale grande, gli era rimasto solo il sipario, sventrato come un vecchio mistero.
Si curvavano già verso le foglie e il fango, le tende. Ci rrmammo vicino all’ultima, quella che pericolava più delle altre e beccheggiava sui suoi pali, nel vento, come un va¬gello, vele folli, pronte a rompere l’ultima sartia. Vacillava, la tela di mezzo batteva nel vento che saliva, si scuoteva verso il cielo, sopra il tetto. Sul frontone del baraccone si leggeva il vecchio nome in verde e rosso; era il baraccone di un tiro a segno: « Stand delle Nazioni », si chiamava.
Non c’era più nessuno che lo custodiva. Adesso il pro-prietario sparava forse con gli altri, con i clienti.
Quante ne avevano ricevute di palle i piccoli bersagli della baracca! Tutti crivellati di puntini bianchi! Un matrimonio da burla c’era raffigurato: in primo piano, di zinco, la sposa con i fiori, il cugino, il militare, il promesso col suo faccione rosso, e poi in seconda fila anche gli invitati, che avevano accoppato chissà quante volte quando girava ancora, la fiera.
« Son sicura che devi sparare bene tu, Ferdinand! Ci fosse ancora la fiera, farei una gara con te!… Vero che spari bene Ferdinand?
– No, non sparo molto bene… »
In ultima fila dietro le nozze, un’altra fila a colori chiassosi, il Municipio con la sua bandiera. Dovevano spararci anche sul Municipio quando funzionava, nelle finestre che allora si aprivano con un colpo secco di campanello, anche sulla bandierina di zinco, ci sparavano. E poi sul reggi¬mento che sfilava, in salita, di fianco, come il mio, a Place Clichy, quello tra le pipe e i palloncini, su tutto quello avevano…

Titolo: Viaggio al termine della notte
Traduttore: Ferrero E.
Editore: Corbaccio
Collana: I grandi scrittori
Prezzo: € 18.60
Data di Pubblicazione: Maggio 2011
ISBN: 886380172X
ISBN-13: 9788863801729
Pagine: 575
Reparto: Narrativa

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *