Recensioni: Valeria Biuso – Anche la morte ascolta il jazz


Il dottor Freud dice che la delusione è un passaggio obbligato nella vita psichica di ogni persona sensibile.”
Anche la morte ascolta il jazz è il romanzo d’esordio di Valeria Biuso, edito da Ianieri edizioni, romanzo che mi è stato inviato dall’autrice e già dalla quarta mi ha intrigato; le mie aspettative non ne rimangono deluse, anche se un paio di punti, a mio avviso, potevano essere rivisitati.
William Brooks, giovane recensore letterario per il Partisan Review, svolge il suo lavoro malvolentieri, è un lavoro che gli permette di sostenersi economicamente con la speranza di finire il romanzo in cantiere da diverso tempo. Viaggia sempre con il taccuino in tasca dove “appuntavo tutte le idee che mi passavano per la testa”, e con un malessere interiore che lo caratterizza sin dalle prime pagine.
Mi raccontavano si trattasse del temuto e romantico blocco dello scrittore, quanto in verità avevo a che fare con qualcosa di molto più angosciante: una sorta di vuoto mistico, di depressione esistenziale, che aveva contagiato anche la mia penna.
La cornice è quella della New York degli anni ’40, lo sfondo è quello del jazz e dei locali storici che ogni sera ne propongono note e spesso anche degrado tra alcool e droga fino a distruggersi.
Il romanzo ruota intorno a Brooks e ai suoi amici che vendono droga per drogarsi, alle sue relazioni amorose che invece di risollevarlo lo affossano, alla libertà di pensiero e di espressione, ai viaggi e incontri che aprono e confondono la mente, alla certezza del mal di vivere.
Gli eventi mi avevano trascinato lontano da me stesso, senza che io apponessi alcuna resistenza. Ero stato troppo a lungo uno spettatore passivo e inerme. Le ore e i minuti mi erano scivolate tra le dita e si erano sparse al suolo come infiniti granelli di sabbia, irrecuperabili, incommensurabili. Mi sentivo incastrato in una clessidra.”
Quello che ci offre l’autrice è un viaggio, che nel suo interno racchiude un mondo, un malessere interiore che si traspone nella società e fa riflettere ieri come oggi, un mondo che per quanto si sia emancipato rimane uguale nel tempo.
Non voglio svelare molto altro della trama, anche perché è un libro da leggere nella sua interezza per coglierne a pieno l’essenza che popola il romanzo.
La parte più intima del protagonista, quella in cui si apre a riflessioni con gli altri attori del romanzo (uno in particolare, che non cito),  e con se stesso l’ho trovato molto interessante, il malessere giovanile, il non riconoscersi nei rapporti e nella società è qualcosa che tutti in un modo o nell’altro abbiamo vissuto, o sicuramente vivremo, perché è impossibili “crescere” senza porsi domande. Molto brava l’autrice con le parole, ma soprattutto nel tracciare la parte psicologica del protagonista e dei personaggi che vi girano intorno.
Ho trovato la scrittura di Valeria Biuso praticamente perfetta, leggera e stilisticamente corretta e senza sbavature, nel romanzo forse avrei rivisto qualche descrizione che è inutile per il proseguo della trama, ma che sinceramente non disturbano. Unica cosa che mi è mancata, è che non ho respirato appieno l’aria della New York degli anni ’40, anche se le ambientazioni erano perfette, in alcuni momenti mi è mancata l’aria di quei periodi, continuando la lettura venivo trasportata nei nostri giorni ed è stato un peccato non riuscire a mantenere per l’intero romanzo l’ambientazione giusta.
Un’altra piccola pecca è il titolo, avevo previsto qualcosa che non svelo perché farei spoiler: a me ha anticipato troppo.
Interessantissimo, e merita un plauso l’autrice, per la capacità che ha avuto nel far viaggiare parallelamente la musica jazz con l’intera trama del libro, cosa a mio avviso non facile senza cadere nel banale e nel già detto.
Ho apprezzato moltissimo “Anche la morte ascola il jazz” che devo dire, mi ha tenuto incollata fino alla fine.

Katia Ciarrocchi
© Redazione Lib(e)roLibro

Titolo: Anche la morte ascolta il jazz
Autore: Valeria Biuso
Prezzo copertina: € 17.00
Editore: Ianieri
Collana: Forsythia. Narrativa e romanzi
Illustratore: Verduchi L.
Data di Pubblicazione: settembre 2017
EAN: 9788894890167
ISBN: 8894890163
Pagine: 344

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.