Umberto Vitiello – Il curatore segreto del Vaticano


A cura di Katia Ciarrocchi

L’11 ottobre del 1962 cominciò a Roma il Concilio Vaticano II, una riunione di tutti i vescovi del mondo in cui vennero discussi i rapporti tra la Chiesa e la società moderna. Il Concilio durò – in quattro successive sessioni – fino al 1965, e fu il più grande tentativo compiuto dalla Chiesa cattolica di modernizzarsi dall’inizio della sua storia.
Con il Concilio cambiarono dei tratti fondamentali della liturgia come ad esempio la partecipazione attiva dei fedeli a una messa celebrata nella lingua nazionale e non più in latino e alla lettura e scelta dei testi. Ci furono anche cambiamenti dottrinali, ma soprattutto culturali, nella direzione di un maggiore avvicinamento alla società laica. La valutazione dell’eredità del Concilio, le critiche alle sue conclusioni e i suoi effetti hanno costituito il grande tema sul quale la Chiesa cattolica si è divisa negli ultimi cinquant’anni. (Fonte Il post.it)

Questo è il punto d’inizio del romanzo di Umberto Vitiello, “Il curatore segreto del Vaticano”, proseguire il discorso voluto da Giovanni XXIII, nel riorganizzare un’unica Chiesa di Cristo ove convogliare tutti i cristiani nell’unità e non nella frantumazione.
La chiesa sta diventando per molti l’ostacolo principale delle fede. Non riescono più a vedere in essa altro che l’ambizione umana del potere, il teatrino di uomini che, con la loro pretesa di amministrare il cristianesimo ufficiale, sembrano per lo più ostacolare il vero spirito del cristianesimo”.
Il romanzo si svolge alla vigilia del Concilio Vaticano III, convocato dal nuovo papa – sudamericano che prende il nome di Francesco –, Papa Francesco vuole fortemente riportare la chiesa alle sue origini: “Uno stile di vita nuovo che ci riporti tuttavia a vivere secondo le regole e i principi tramandatici dai Santi Vangeli, seppure adeguati ai nostri tempi”, affinché sia degna di accogliere Cristo, quando alla fine dei secoli, farà ritorno sulla terra.
Impresa ardua, perché si va a toccare potere e beni materiali di cui molti prelati ne hanno notevoli privilegi e vantaggi; raggiri, complotti fino a sfociare nell’omicidio riempiranno le pagine de Il curatore segreto del Vaticano, segreti celati all’interno, romanzati ma che comunque toccano e fanno vibrare corde importanti aprendo spiragli di verità ombrate da anni e anni di storia.
Il curatore segreto del vaticano anticipa i tempi, pubblicato a Dicembre del 2012, profetizza tutto ciò che accadrà prima ancora dalle dimissioni di Benedetto XVI, Vitiello dimostra di essersi addentrato come studioso/ricercatore nelle frame di un meccanismo difficile da penetrare, l’autore per una forma “sfacciata” di fortuna o, per grande capacità di “profeta”, riesce a descrivere momenti storici prima ancora che avvengano, un plauso poiché dimostra profonda preparazione in materia e notevole capacità narrativa muovendo con grande maestria i fili dei personaggi che abitano il romanzo.
Un punto a sfavore è sicuramente la narrazione descrittiva, spesso eccessiva, dei documenti facenti parte la preparazione del Concilio, annoiano a morte e si ripetono per intere pagine.
Il curatore segreto del Vaticano è un libro che dimostra maturità e competenza da parte dell’autore, da leggere per arrabbiarsi in primis, e per poi sperare in un mondo migliorato togliendo di mezzo il “sudiciume”, come sfondo naturale della vita.

Immaginate il ritorno di Cristo oggi cosa comporterebbe? Immaginate quali potrebbero essere le sue parole di fronte alla frammentazione della sua Chiesa? E immaginate le sue reazioni di fronte alle ricchezze accumulate, agli sprechi smodati nonostante la povertà e le sofferenze di miliardi di esseri umani, nostri fratelli, figli dell’unico Dio?

Katia Ciarrocchi

Titolo: Il curatore segreto del Vaticano
Autore: Umberto Vitiello
Editore: Lupo
Collana: Topkapi
Prezzo: € 16.00
Data di Pubblicazione: Dicembre 2012
ISBN: 886667060X
ISBN-13: 9788866670605
Pagine: 500
Reparto: Gialli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *