Susanna Tamaro – Luisito. Una storia d’amore


A cura di Massimo Ghelfi

Che cosa può cambiare all’improvviso una vita? Quale emozione o sentimento può risvegliare una persona spenta che sopravvive in una triste quotidianità? Sicuramente l’amore. Questo è il messaggio che Susanna Tamaro vuole comunicare in questa favola che è racchiusa nelle pagine del suo ultimo libro.
L’amore nasce se esiste un oggetto da amare che sa rispondere ai nostri sentimenti. E Luisito, il pappagallo salvato da Anselma dal cassonetto in una notte estiva, è davvero in grado di farlo.
Tutti i pappagalli hanno una grande capacità di comunicare e di richiedere la compagnia di chi li accudisce. Non solo perché, cosa che lascia senpre stupiti, hanno l’uso della parola, ma perché hanno comportamenti molto affettuosi e pieni di sollecitazioni.
Anselma così ritrova quella voglia di vivere che un matrimonio (ora è vedova finalmente, lei dice) con un uomo senza fantasia e senza capacità d’amore le aveva anno dopo anno, tolto. Anche la maternità, tranne i primissimi anni, non le aveva dato grandi gioie: due figli egoisti, superficiali, che non le trasmettevano né affetto né attenzione.
Anche la professione l’aveva delusa. Aveva fatto per tanti anni la maestra elementare, molti bambini le avevano voluto bene, ma la cattiva educazione dilagante aveva portato un ragazzino ad insultarla pesantemente e lei aveva reagito: nessuna solidarietà da parte del suo direttore e una richiesta di pensionamento quasi imposta.
Così una vita che sentiva inutile, neppure confortata dai ricordi, era trascorsa per lungo tempo senza che quasi se ne accorgesse: questo fino a che non aveva trovato in quel cassonetto, dono inaspettato, Luisito. A quel punto tanti ricordi erano improvvisamente riemersi e il nome stesso che aveva dato al nuovo amico pennuto corrispondeva a quello della sua grande amica d’infanzia con cui aveva condiviso allegria e momenti di riflessione.
In quella rinnovata vitalità, Anselma pensa di riconvocare le colleghe che un tempo le erano state vicine e fare una festa per presentare loro la sua nuova fonte di gioia.
Tutto sembra andare per il meglio, ma il classico vicino di casa odioso (l’antagonista delle fiabe), rovina quell’armonia e quel nuovo ménage.
Saltando i particolari (qualche sorpresa va lasciata al lettore) vorrei solo dire che il successivo comportamento di Luisito/a (si scoprirà che è una femmina) è assolutamente normale nei pappagalli.
Sicuramente l’autrice ha studiato le abitudini e gli atteggiamenti di questi animali, il loro modo di rispondere e di richiedere attenzione e ciò che la Tamaro scrive può sembrare irreale solo a chi non sappia che è vitale per loro la compagnia e l’affetto.
Una fiaba dolce il cui finale non si riesce bene a capire se è reale o lo è, ma solo nella mente di protagonista. Un messaggio esplicito: è solo l’amore nelle sue diverse forme che ci fa vivere, l’egoismo invece uccide.

Massimo Ghelfi

Titolo: Luisito. Una storia d’amore
Autore: Susanna Tamaro
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Prezzo: € 7.90
Collana: Burextra
Data di Pubblicazione: Settembre 2009
ISBN: 8817028525
ISBN-13: 9788817028523
Pagine: 117
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *