Storia di Irene di Erri De Luca


Storia di Irene
pagina 69

Ci arrivano le onde che non hanno sfiorato alcuna terra, onde tirate su dal vento nato in mare, senza polvere, polline, cenere, piume.
Al loro arrivo sul fondale basso le onde si gonfiano, s’impennano e si sfracellano di schianto. Crollano senza poterle cavalcare.
Irene mi chiede dove. Esci da Gibilterra, scendi l’Africa fino alle Canarie, poi traversi l’oceano e l’Equatore e sei arrivata.
Con il braccio indico un approssimato sud-ovest.
Sorride ai miei riferimenti, chiederà ai delfini.

Vieni con me in un’altra terraferma. Vieni sulle montagne da dove il mare si è ritirato come un emigrante, lasciandosi dietro uno strascico di conchiglie vuote.
Prenderemo la nave, metà bianca e metà arancione, che va d’isola in isola fino a dove il mare è tutto passato alle spalle.
Entreremo in un aereo, in una di quelle luci che ammiccano di notte attraversando il buio.
Abiteremo una casa di pietra e di legno, conoscerai le cotture, le minestre, il pane.
Cavalcherai le rocce, conoscerai gli abissi d’aria spalancata sotto il corpo, diversi e anche compagni di quelli dentro il mare.

69

Titolo: Storia di Irene
Autore: Erri De Luca
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Data di Pubblicazione: Settembre 2013
Prezzo: € 9.00
ISBN: 8807030543
ISBN-13: 9788807030543
Pagine: 109
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *