STEFANO di BATTISTA “Woman’s land”


A cura di Giuseppe Maggioli

STEFANO di BATTISTA “Woman’s land” (Alice Records/Discograph).
Due anime e una musica. Il jazz. Stefano di Battista (sax) e il suo gruppo celebrano con questo lavoro la sintesi musicale più gradita. Miscelare le influenze del jazz afroamericano con la coesione musicale europea colta.. Una musica totale, eclettica che si nutre di vive vibrazioni urbane, con temi solari e un occhio sempre attento alle innovazioni. Già al fianco di mostri sacri come Michel Petrucciani, Vince Mendoza, Elvin Jones, Di Battista si è ritagliato negli anni uno spazio ben preciso formulando forme musicali sempre aperte al nuovo, fra jazz melodico e l’improvvisazione minimale.
All’interno del cd si possono trovare le gesta di musicisti eccezionali come Ivan Lins, splendido nella solare “RitaLevi”; di Jonathan Kreisberg il nuovo talento della chitarra jazz e la batteria di Jeff Ballard (già con Brad Mehldau e Pat Metheny) libero di esporre ritmi e cedenze raffinate. La sua musica piena di ornamenti afro è capace di fondersi in un linguaggio molto personale, come accade nella bellissima “Maria Lani” e nella metheniana “Lucy” con un sound fresco e originale.
Dai Weather Report a Wes Montgomery il percorso creativo di Stefano di Battista prosegue sereno, su traiettorie indie, melodie senza tempo e gocce di pioggia rigenerante!

Giuseppe Maggioli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *