Prima visione: Seven Sisters


Recensione film “Seven Sisters” per la regia di Tommy Wirkola

SETTE RUOLI PER UNA RAPACE
Fantascienza, fantapolitica, il mondo prossimo in cui il controllo delle nascite prevede la sottrazione e la sopressione delle cosiddette “eccedenze”? Dall’Africa alla Cina l’attualità fa di questo impegnativo thriller di lunga gestazione e discontinui risultati un film con qualche motivo di riflessione di cronaca. Per il resto c’è un solo punto di fuga del thriller: la ammirevole performance di una grande attrice, Noomi Rapace, 7 ruoli per 7 gemelle cresciute e protette dal padre (Dafoe) nel grande vano nascosto dell’appartamento dove ciascuna, col nome dei giorni della settimana, esce una volta al giorno, stesso luogo di lavoro, stessi colleghi e tanta solimdine gestita in casa, il vero spettacolo. L’amore però fa saltare le regole nel mondo represso della dittatrice Cayman (notevole Close).

Silvio Danese

Titolo originale: Seven Sisters
Conosciuto anche come: What Happened to Monday
Nazione: Regno Unito
Anno: 2017
Genere: Fantascienza
Durata: 123′
Regia: Tommy Wirkola
Cast: Noomi Rapace, Glenn Close, Willem Dafoe, Marwan Kenzari, Christian Rubeck, Pål Sverre Hagen, Clara Read, Tomiwa Edun, Cameron Jack, Cassie Clare

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *