Quando dio era un coniglio di Sarah Winman


Quando dio era un coniglio
pagina 69

va detto), e dove lui si era reinventato come un personag¬gio completamente diverso rispetto a quello che era stato fino all’anno prima. A me piacevano entrambi, ma temevo di non piacere al nuovo lui, quello con interessi normali. La terra sotto i miei piedi mi sembrava fragile come tanti gusci d’uovo.
Un giocatore gli corse incontro e gli sussurrò qualcosa all’orecchio. «Tattica» disse mio padre. Mio fratello annuì, si accovacciò e si cosparse le mani di terra. Mi lasciò di sasso; era un gesto così stravagante e innaturale che restai pietrificata pensando alle ripercussioni che avrebbe avuto. Eppu¬re, ancora una volta, non ce ne fu nemmeno una.
Un freddo pungente era calato sul nostro lato del campo, e il sole languido che ci aveva onorato della sua presenza fino a poco prima stava ora giocando a nascondino dietro le alte torri delle case popolari che dominavano il campo sportivo, lasciandoci a tremare. Tentai di battere le mani, ma non riuscivo quasi a muovermi. Ero inguainata in un cappotto che il signor Harris mi aveva comprato la settimana prima: un acquisto del tutto avventato da cui nessuno aveva tratto beneficio, se non il negoziante. Era la prima volta che lo indossavo, e quando finalmente ci ero entrata ed ero rimasta senza fiato per l’autentico orrore del suo impatto visivo non c’era più tempo per levarselo e saltare in auto senza che uno dei miei genitori mi spaccasse un braccio di proposito per aiutarmi a sfilarlo.
Il signor Harris lo aveva visto a una svendita e anziché chiedersi: a Eleanor Maud piacerebbe questo cappotto? le starebbe bene? doveva aver pensato: quell’obbrobrio è quasi della sua taglia, e probabilmente le darà un’aria da idiota. Era bianco, con le maniche e le spalle nere, ed era aderente come una ginocchiera ma meno funzionale, e malgrado te¬nesse a bada il freddo qualcosa mi diceva che non era per una ragione pratica ma perché il freddo stesso, nell’avvicinarsi, si fermava e scoppiava a ridere. I miei genitori erano troppo

69

Titolo: Quando dio era un coniglio
Autore: Sarah Winman
Traduttore: Gozzi M.
Editore: Mondadori
Collana: Strade blu. Fiction
Prezzo: € 17.50
Data di Pubblicazione: Settembre 2011
ISBN: 8804607386
ISBN-13: 9788804607380
Pagine: 3339
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *