Prossimamente in libreria: Il Gran Sogno di Dio di Alex Zanotelli


“Non aspettiamoci miracoli da Dio, il silenzio di Dio significa che dobbiamo essere noi artefici del cambiamento” scrive Alex Zanotelli in questo intenso e prezioso libro che è un forte invito a liberare la nostra vita dalle catene di un modello economico che ci sta conducendo all’autodistruzione.
Ci attende una grande sfida, la costruzione di un nuovo paradigma che consenta a tutti di vivere meglio rispettando la nostra Madre Terra, la Pacha Mama. In questo momento particolarmente delicato ancor di più ognuno di noi è chiamato in causa impegnandosi per far vincere la vita sulla morte e realizzare il Gran Sogno di un mondo dove regni la pace e la giustizia distributiva.

La sintesi di questo testo dell’amico Alex si può compendiare in queste poche parole: “Dio ha impiegato miliardi e milioni di anni per consegnarci questo splendido pianeta che si chiama terra, e noi in un tempo minore stiamo distruggendolo”.
Per appoggiare questo grido di allarme ricorro a una metafora del filosofo Bauman che ci descrive il mondo come un aereo che sta per esaurire il combustibile e continua a cercare una pista di atterraggio senza riuscirci e presto si schianterà su un qualche frammento di terra e si distruggerà definitivamente.
(Dall’introduzione di Arturo Paoli)

il gran sogno di dioTitolo: Il gran sogno di Dio
Autore: Alex Zanotelli
Prezzo: € 7.90
Editore: Dissensi
Data di Pubblicazione: Novembre 2013
ISBN: 8896643279
ISBN-13: 9788896643273
Pagine: 65
Reparto: Religione > Cristianesimo > Pratica cristiana

Alex Zanotelli è un missionario comboniano nato a Livo (Trento) nel 1938. Ha studiato negli Usa (Cincinnati) e nel 1964 venne ordinato sacerdote. L’anno successivo partì per il Sudan dove per la sua forte denuncia sociale e la vicinanza al popolo Nuba entrò in contrasto con il governo sudanese. E’ stato direttore della rivista “Nigrizia” dove con le sue inchieste fece tremare la politica e per questo ne fu allontanato. Nel 1988 andò in Kenia dove visse per dodici anni nella baraccopoli di Korogocho. Dal 2002 è a Napoli dove il suo impegno, in particolare per l’acqua pubblica, ne ha fatto un punto di riferimento nazionale, tanto che Napoli è la prima città d’Italia ad aver ripubblicizzato il servizio idrico.
E’ autore di diversi testi tra cui Korogocho, Feltrinelli, I poveri non ci lasceranno dormire. Da Korogocho al Rione Sanità, Editrice Monti, Europa dei mercati o dei popoli? Il ruolo dei missionari, EMI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *