In libreria: Pareti sottili. Sakae, prosperità di Silvia Accorrà


Comunicato stampa

Estratto: Vede, io mi immagino di camminare su una lunga passerella sospesa. Sospessa sull’acqua. Oppure di trovarmi al secondo piano di una casa dove il primo piano è sommerso. E allora mi chiedo: e sotto cosa c’è? C’è un sotto? Non so nemmeno perchè le sto dicendo queste cose, mi scusi.

Sinossi: L’incontro fra due culture lontanissime geograficamente che scoprono di avere un formidabile mezzo di comunicazione in comune: l’inconscio. Sogno e realtà apparente si incrociano e non sono mai separati, se non da “pareti sottili”, che possono essere varcate dal desiderio o dall’intelligenza e sono inaspettatamente permeabili, come in un flusso osmotico.

La scrittura di Silvia Accorrà è sottile e insinuante come i confini tra realtà e mondo onirico, tra vista e cecità, tra individualità e osmosi: un romanzo toccante che lascia sbigottiti.
Heiko H. Caimi

Titolo: Pareti sottili. Sakae, prosperità
Autore: Silvia Accorrà
Prezzo copertina: € 10.00
Editore: Prospero Editore
Data di Pubblicazione: ottobre 2019
EAN: 9788885491878
ISBN: 8885491871
Pagine: 98

Silvia Accorrà è nata nel 1969. Traduttrice, fotografa, poetessa e narratrice, dal 1996 ha pubblicato tre sillogi di poesia (Mezzoforte, Pesce di Terra, Città non nostre), una raccolta di racconti (Rosso Nucleare) e il primo romanzo della “trilogia giapponese”, di cui Hikari rappresenta il secondo ma autonomo volume, Tokyo Love (2014).
A partire dalle sue foto sono state organizzate due mostre: Nuda proprietà (2006) e Nihon Land (2009).

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.