Recensione: Paolo Guerra – Associazione anziani


Paolo Guerra è una vera guerra, quando prende la penna in mano si vuole divertire e vuole farci divertire con i suoi anziani riuniti in una “setta segreta”, anzi in un’associazione, per l’appunto. Il libro lo compri perché ti innamori della copertina, il disegno della sedia di paglia non ha bisogno di commenti, abbiamo tutti una sedia di paglia nei ricordi d’infanzia, la sedia dei nonni, quella che si rompeva sempre, ma qualche volta eravamo noi a romperla, apposta. E in quanti lo abbiamo confessato? Poi leggi le prime righe e allora ti dici, “è proprio forte questo Guerra”, perché la letteratura non è solo ricercare nel profondo, può essere anche canzonare il profondo attraverso l’analisi delle cose piccole, degli stereotipi di cui siamo circondati, come l’imbottitura esplosiva del pollo di Natale o le canzoni che ci hanno obbligato a cantare milioni di volte, le “litanie”, quelle della nonna con il rosario sempre in mano e del nonno che le correva dietro sbraitando incazzato. Divertire allora diventa espediente per istruire. Ma istruire chi? I più giovani, quelli che i nonni con le sedie di paglia non li hanno avuti perché saremo noi i loro nonni. E se noi non la smettiamo di smarrire nel web la nostra esistenza, la nostra presenza materiale nel mondo, che cosa lasceremo loro? Una chiave usb?
C’è questo e ci sono altri messaggi tra le righe di “Associazioni anziani”, sottotitolo “Istruzioni per l’uso”, solo all’apparenza un racconto leggero e umoristico ma ottima analisi della posizione emarginata degli anziani rispetto ai giovanotti della Silicon Valley per esempio.
L’autore è giovane ma ha già capito che non serve a nulla prendersi sul serio. Ci invita a leggere il suo libro “mentre siamo nel gabinetto”, così la smettiamo almeno allora di chattare e cliccare di qua e di là.
Da leggere e far leggere ai nostri bambini. Già, perché anche Paolo Guerra è partito dall’emozione di avere una figlia, che ha innescato tutto il resto, come se avesse sentito il bisogno di “istruirla”, come se quelle “istruzioni per l’uso” non fossero nient’altro che istruzioni di vita per la sua bambina, le nostre bambine. Raccontare gli aneddoti dei nonni trasmetterà loro l’amore per la vita, quella stessa vita che le attuali dittature economiche vogliono omologare allo stereotipo più pericoloso: quello trumpiano.
Una nota di merito alle illustrazioni a firma di Alessandra Mazza, in tutte c’è la poesia della vita materiale a cui dobbiamo cercare di restare attaccati. E restare attaccati a un libro, è già un inizio.

Frank Iodice

Titolo: Associazione anziani. Istruzioni per l’uso
Autore: Paolo Guerra
Prezzo copertina: € 13.00
Editore: Eretica
Illustratore: Mazza A.
Data di Pubblicazione: 2018
EAN: 9788833440415
ISBN: 8833440419
Pagine: 80

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.