Palazzo Marino in Musica – Domenica 25 settembre – Quartetto Farnese


palazzo-marino

Palazzo Marino in Musica
V Edizione, 2016, “Con lo sguardo di Schumann”
Domenica 25 settembre
Das Heimatland.
“Lo spirito musicale della propria terra.”
Quartetto Farnese
Sala Alessi – Palazzo Marino
Piazza della Scala, 2. Milano
Ore 11,00

Domenica 25 settembre, per la prima volta a Milano, il Quartetto Farnese si esibisce a Sala Alessi per la rassegna “Palazzo Marino in Musica”. Nato in seno all’Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma dall’incontro dei violinisti Daniele Ruzza e Caterina Demetz con il violista Behrang Rassekhi, insieme alla violoncellista Maria Cristina Mazza, l’ensemble eseguirà il Quartetto n. 1 “Dalla mia vita” di Bedřich Smetana e il Quartetto op. 41 n.2 di Robert Schumann.
Il concerto accosta due dei massimi compositori dell’Ottocento, che più profondamente interpretarono l’idea romantica di Heimat, ovvero l’essenza spirituale della propria terra, la ricerca delle proprie origini, la patria come meta del cammino esistenziale dell’io. Schumann percepiva il sentimento nostalgico per il proprio Heimatland anche come tensione verso l’infinito, laddove il linguaggio universale della musica si era espresso con Bach, Mozart, Beethoven, ma anche dove pulsava il nuovo sentire musicale. Smetana fu il fondatore e il massimo esponente della scuola musicale boema e in questa veste interpretò, rielaborandole, le melodie della tradizione popolare nazionale.
La V edizione di “Palazzo Marino in Musica” prosegue così nella narrazione della musica romantica, esplorando il tema dell’intimo legame che univa i compositori dell’Ottocento alla propria terra.
Il Quartetto Farnese, che ha esordito a Parma nel mese di marzo con il Quartetto n. 1 di Smetana e il Quartetto op. 51 n. 10 di Dvořàk, è formato da alcuni fra i migliori musicisti italiani.
Daniele Ruzza, violino di fila presso la Fondazione Toscanini di Parma, è stato primo violino dell’Accademia Musicale di San Giorgio della Fondazione G. Cini di Venezia, con la quale ha suonato per i più prestigiosi enti italiani. Con la Stravinskij Chamber Orchestra, di cui è stato violino di spalla e solista, ha effettuato tournée in Italia, Brasile e Libano e ha registrato come solista due Cd per la casa discografica Velut Luna. Ha eseguito le massime opere della letteratura per archi e ha eseguito per la Biennale di Venezia il Quintetto per piano e archi di B. Bartók che, in una retrospettiva della Biennale a Madrid, è stato registrato insieme al quartetto “Rispetti e strambotti” di G. Malipiero e trasmesso dalla Radio Nazionale Spagnola e da Classic.
Caterina Demetz, diplomata in violino e pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione speciale, debutta come solista nel 2000 a Milano con l’Orchestra Filarmonica del Conservatorio eseguendo al pianoforte il Rondò K 368 di Mozart. Si esibisce in Italia e all’estero riscuotendo un enorme successo soprattutto per la sua particolarità di suonare entrambi gli strumenti nello stesso concerto. Nel 2010 si esibisce al pianoforte accanto a Massimiliano Finazzer Flory presso il Lincoln Center di New York e nel 2012 suona in Giappone con Luca Fanfoni e l’orchestra da camera Reale Concerto. Nel 2011 vince il concorso per Violino di fila presso l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, dove suona ricoprendo anche il ruolo di concertino dei primi violini. Prima viola nell’Orchestra Toscanini di Parma, Behrang Rassekhi viene scelto giovanissimo dal Maestro Claudio Abbado per far parte dell’Orchestra Mozart. Parallelamente al sodalizio decennale con il direttore milanese, che lo porta a partecipare a importanti tournée internazionali e alle registrazioni per le etichette Deutsche Grammophon, Harmonia Mundi, Euroarts, prosegue l’esecuzione di musica da camera suonando, fra gli altri, con W. Christ, D. Waskiewicz, E. Bronzi, L. Borrani, A. Allegrini. Viene inoltre invitato dal direttore Daniel Barenboim a partecipare alle attività della West-Eastern Divan Orchestra.
Maria Cristina Mazza ha svolto attività cameristica in Europa, Asia e America, collaborandocome prima parte e solista con La Società dei Concerti di Milano, le orchestre Verdi di Milano, Scarlatti di Napoli, Teatro Regio di Parma, Milano Classica, Internazionale d’Italia, Strygerensemble (Aharus), e con gli Archi, i Cameristi e la Filarmonica del Teatro alla Scala. Dal 2004 al 2008 è membro dell’Orchestra Luigi Cherubini di Riccardo Muti e dal 2009 fa parte del concertino dei violoncelli del Teatro Petruzzelli.
Programma: Bedřich Smetana, Quartetto n. 1 “Dalla mia vita”
Robert Schumann, Quartetto op. 41 n. 2
Daniele Ruzza, Caterina Demetz violini
Behrang Rassekhi, viola
Maria Cristina Mazza, violoncello

La rassegna Palazzo Marino in Musica, patrocinata dal Comune di Milano, è un evento Expo in Città. E’ organizzata da EquiVoci Musicali, con il sostegno di Intesa Sanpaolo e il contributo di Suez Degremont. La direzione artistica è curata da Ettore Napoli e Davide Santi all’interno di una produzione affidata a Rachel O’Brien.
Ingresso gratuito
100 biglietti potranno essere riservati online sul sito www.palazzomarinoinmusica.it a partire dalle 14.00 di giovedì 22 settembre. 50 biglietti saranno disponibili presso InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche a partire dalle ore 14.00 di giovedì 22 settembre.
Sarà possibile ritirare fino ad un massimo di due biglietti a persona.
InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche Galleria Vittorio Emanuele angolo Piazza della Scala
Tel. 02 88455555
Orari d’apertura: giovedì – venerdì 9.00-19.00; sab
ato: 9.00-18.00.
Palazzo Marino in Musica
Edizione 2016 – “Con lo sguardo di Schumann”
Sala Alessi – Palazzo Marino
Piazza della Scala 2, Milano
Direzione Artistica: Ettore Napoli, Davide Santi
Direttore di Produzione: Rachel O’Brien
Assistente di produzione: Francesca Napoli
Organizzazione: EquiVoci Musicali
Ufficio Stampa: Giulia Castelnovo
Tel. 349 09 96 481
www.palazzomarinoinmusica.it
info@palazzomarinoinmusica.it
Facebook, Google+: Palazzo Marino in Musica
Twitter: InMusica
Youtube: Palazzo Marino in Musica.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *