Pagina69: Bacio feroce di Roberto Saviano


Bacio feroce
pagina 69

Il palo era ancora lì, indolente e annoiato. Dentino si avvicinò e lo salutò come se lo conoscesse da sempre. Una pacca sulla spalla, forte, così che quello fosse costretto a togliersi le cuffie. Dentino non gli lasciò il tempo per reagire.
– Ua’, – disse, – che lavoro di merda ti fa fare il Maraja. Ma questo è solo l’inizio, no?
L’altro fece un passo indietro e si limitò a guardarlo, le mani lungo i fianchi e non alla pistola, che non aveva, come aveva creduto Dentino. Il Maraja non si fida dei mucchiuselli, si disse.
– Ma tu chi si’? – gli chiese il ragazzino.
– Nun hai capito, va’ che sono io che l’aggio chierere a te. Io sono il braccio di Nicolas ’o Maraja.
– Però nun pari della paranza… – disse guardando il suo aspetto senza più cura.
– Eh, ma sto camuffato, devo andare in missione. Prima però prova sta preta. – Tirò fuori la coca e gliela offrì. Si misero a pippare lì in strada, mentre Dentino gli parlava della paranza, dei nemici che avevano buttato a terra, delle missioni che aveva compiuto insieme al Maraja, sì, insieme al suo capo, quello che lo aveva messo lì a controllare il marciapiede.
– Dai, serviti, – disse Dentino, offrendone ancora. – Come ti chiami?
– Luciano, – disse quello e tirò su un’altra volta.
– Bravo, Lucia’, bravo. Mo’ però t’aggi’’a salutà. Aggi’’a fà ’nu piezzo.
Devo salire a prendere le armi.
– Aspe’, prima aggi’’a avvisà ’o Maraja.
Dentino sorrise, condiscendente, e si rimise in tasca la cocaina avanzata, come se volesse punirlo per quella frase.
– Ti regalo ’na lezione. Nun lassà tracce ’n copp’’o telefono quanno vai a fà ’nu piezzo, – disse Dentino.
Luciano annuì e per nascondere il rosso della vergogna cominciò a torturare con la punta del piede la cicca di una sigaretta lì per terra.
– Nun te preoccupà, – disse Dentino, poggiandogli una mano sul petto, – non lo vado mica a dire a Nicolas. – Poi cambiò tono, e si fece serio: – Tu ’o tieni ’nu fierro? O Nicolas a vuje guagliuncielli nun v’’o fà purtà? Luciano arrossì ancora di più. Dentino imboccò le scale, ma prima si voltò: – Si’ bravo, – gli disse, – quando scendo te ne faccio un altro, di regalo.
Nell’appartamento, Aza era riuscita a far addormentare la signora e si era appena seduta a riposare davanti al televisore quando sentì bussare alla porta. Alle parole – Servizio energetico, amm’a piglià ’o nummero r’’o contatore – …

69

Titolo: Bacio feroce
Autore: Roberto Saviano
Prezzo copertina: € 19.50
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Data di Pubblicazione: ottobre 2017
EAN: 9788807032615
ISBN: 8807032619
Pagine: 387

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *