Oltre


poesia1

Oltre

I tuoi occhi chiari
sono pozzi oscuri.
Cupi.
Le trasparenze si sono colmate
di cenere azzurrina.
Combustione del presente ?
Opachi vagano.
In una traiettoria, troppo distante.
dal tempo, dallo spazio.
Guardano orizzonti lontani.
Che io non riesco a scorgere.
Ti cerco e non ti trovo.
Volto amato che mi sfugge.
Immerso nell’opacità dell’assenza.
Non riesco più a leggerti.
Le parole si sono sciolte
lasciando un alone d’inchiostro
sulle tue pagine bianche.
E’ tutto grigio e nebbioso.
Ogni lettera si è persa nei labirinti, dell’infinito.
Ascolti remoti richiami, dove presente e passato
non esistono.
Il futuro è una nebulosa sconosciuta.
Vorrei aprire quella porta ed entrare
nel mondo in cui sei immersa
per non lasciarti sola.
Per non restare sola.

Serenella Menichetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *