Ode al mandarino


poesia1

Ode al mandarino

Dalla perla del fiore bianco
sbocciato in una dolce giornata
di primavera ebbe origine il mandarino.
Il mandarino: piccola sfera perfetta
arancione e calda come un sole
d’estate al tramonto.
La sua pelle sottile rinchiude nello
scrigno profumato la fresca
dolcezza di un giorno d’autunno.
Spicchi come labbra succose e
umide di dolce rugiada.
Spicchi a forma di luna rossa
stillano di fresco di una
leggera asprezza.
Il piccolo mandarino volle
ammantarsi di fresche ali verdi.
Illuminò gli alberi con le sue
piccole luci abbaglianti.

Maria Grazia Armone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *