Novità in libreria Marzo 2016


Purity di Jonathan FranzenPurity di Jonathan Franzen
Purity è una neolaureata che vive con un gruppo di squatter e lavora in un call center, con la sua terribile madre. Jonathan Franzen, dopo il successo di Libertà e Le correzioni, torna con un romanzo di analisi sociale, con una storia familiare che ci racconta l’America del suo tempo. Ispirandosi in un certo senso all’amato Charles Dickens, Franzen trova per la sua giovane Purity il soprannome di Pip, come il protagonista di Grandi speranze, e così sarà proprio uno scrittore frustrato e letteralmente bloccato in sedia a rotelle a causa di un incidente in moto, a nutrire per la protagonista del libro tante e incredibili aspettative. E’ proprio quello di cui ha bisogno questa ragazza alle prese con genitori assenti, inutili, fuggitivi, litigiosi o semplicemente di fatto psicopatici. Non ci fanno una gran bella figura gli adulti di questo libro, o almeno quelli considerati tali, con un lavoro stabile, una famiglia o, insomma, una posizione. L’unica madre decente è una madre mancata, senza figli. E allora toccherà ai più giovani, a quelli che ancora hanno tempo per non rovinarsi, di nutrire delle speranze e fare in modo che si realizzino. Purity non è solo la protagonista dell’ultimo romanzo di Jonathan Franzen, ma diventa anche simbolo della purezza come utopia. Questo libro spietato e bellissimo fa viaggiare il lettore nel tempo, dalla California della povera Pip, alla Germania dell’Est del crepuscolo del comunismo, sino al Sudamerica di oggi dove si è rifugiato Andreas Wolf, una specie di fondatore di una sorta di Wikileaks, basato sul culto della sua personalità. La vita insomma è una guerra fredda, per il Franzen di Purity.
Dall’8 Marzo per Einaudi

Mia madre e altre catastrofi di Francesco AbateMia madre e altre catastrofi di Francesco Abate
È «maoista» ma va in chiesa, è devota al marito ma non rinuncia al collettivo femminista. Per merenda ti propina la solita rosetta con margarina e zucchero, ed è convinta che due colpi di battipanni ben assestati sul sedere non possano che temprarti il carattere. Insegna in una scuola di periferia e fa il bagno al mare anche in dicembre. Se le chiedi perché, ti risponde: lo so io. Se le racconti una cosa, ti risponde: lo so già. È la mamma di Francesco. Nato come una serie social a episodi, questo libro mette in scena una giocosa, inarrestabile dialettica tra madre e figlio che, tra una risata e l’altra, ci commuove. Una serie di dialoghi folgoranti, irresistibilmente comici, che tessono il racconto di un’intera vita, anzi due: quella di un figlio e di sua madre, dall’infanzia fino a oggi. Con grazia estrema, ma senza sconti, Francesco Abate ha scritto la tragicommedia del rapporto sentimentale piú dolce e ingarbugliato di tutti.
Dal 1 Marzo per Einaudi

Mi sono perso in un luogo comune di Giuseppe CulicchiaMi sono perso in un luogo comune di Giuseppe Culicchia
Dizionario della nostra stupidità
“Addominali cio? che conta in un uomo oltre alla carta di credito. Io che non ho mai badato a queste cose, un giorno ho scoperto che avrei dovuto averceli a tartaruga. Sono subito corso a specchiarmi, e ho constatato che invece ce li avevo a foca. Avete presente le foche? Ecco, io ne ho una che dorme beata li? dove dovrebbe esserci una tartaruga. Ora, quanto e? tenera una foca addormentata? Perche? svegliarla? E come dirle che dovrebbe sloggiare per far posto a una tartaruga?” Mi sono perso in un luogo comune contiene frammenti di comicita? pura, ma anche riflessioni piu? malinconiche sempre all’insegna dell’intelligenza. Un testo che si puo? leggere come si vuole: rispettando l’ordine alfabetico o aprendo le pagine a caso, divorandolo in una sola notte o a poche pillole al giorno. Comunque lo si affronti, ci si vedra? allo specchio, perche? e? un ritratto di tutti noi, sorpresi nei nostri salotti reali o immaginari a parlare senza pensare davvero, pronunciando frasi impronunciabili.
Dal 1 Marzo 2016 per Einaudi

Una storia quasi solo damore di Paolo Di PaoloUna storia quasi solo d’amore di Paolo Di Paolo
Sono perduti in un mondo di vecchi Nino e Adele. Perché è l’anzianità che ridona umanità, che ci dona forma e consapevolezza. Questo accade in Una storia quasi solo d’amore di Paolo Di Paolo. L’autore di Mandami tanta vita mette al centro del suo romanzo un sentimento difficile, quasi impossibile, perché siamo ostaggi di un mondo invecchiato e senza prospettive in cui i due protagonisti incrociano le loro giovinezze e cercano nella loro diversità il punto d’incontro. Nino è un aspirante attore, partito per Londra con tanti sogni da realizzare e tornato a casa con un nulla di fatto, con tanta amarezza. Terri, la sua ex insegnante di teatro, gli offre però la possibilità di insegnare in un corso di teatro per anziani. Non è sicuramente il massimo, ma almeno ha la possibilità di guadagnarsi qualcosa. Qui incrocia Adele, la nipote di Terri, e ne rimane abbagliato per la sua dolcezza e bellezza profonda. Anche lei ha a che fare con i vecchi: ha un’agenzia di viaggi e ormai solo gli anziani si rivolgono a lei per le vacanze. Ed ecco l’umanità farsi largo in un mondo tecnologico e freddo a cui Adele e Nino appartengono, ma che rifuggono per sentire l’abbraccio del mondo e il calore uno dell’altro. Dopo il successo di Dove eravate tutti, Paolo Di Paolo indaga nel mondo degli affetti, li scandaglia, gli fa subire contraccolpi e li manda a caccia di conoscenza con Una storia quasi solo d’amore.
Dal 3 Marzo per Feltrinelli

Il bazar dei brutti sogni di Stephen KingIl bazar dei brutti sogni di Stephen King
Il maestro dell’horror Stephen King regala un altro libro da brivido: Il bazar dei brutti sogni. Questa nuova raccolta di racconti propone vecchie glorie dello scrittore e short stories assolutamente imperdibili. Tutto parte dai sogni che sono un immaginifico bagaglio da cui parte l’inventiva gialla di King. Da lì lui parte per creare scenari mostruosi e terrificanti in cui una bambola può diventare la nostra peggior nemica o il gatto di casa nasconde una personalità da killer. Ma la fonte narrativa più incredibile di Stephen King è quella che parte dalle storie narrate nell’infanzia in cui si stava attorno al focolare a raccontarsi storie incredibili e inventate al momento per far spaventare l’amico di sempre o quello odiato da sempre. Il bazar dei brutti sogni parte da questo, racchiude gli incubi di tutti noi e li porta sulla pagina, ma è come vederli, sono già pronti per una trasposizione cinematografica, pronti a vivere in ognuno di noi e a inquietarci giorni e, soprattutto, notti. Il bazar dei brutti sogni è un incredibile raccolta horror da non perdere.
Dal 22 Marzo per Sperling & Kupfer

Before di Anna ToddBefore di Anna Todd
Before di Anna Todd fa parte della fortunatissima storia della serie After, ma regalando ai fan mondiali delle scene aggiuntive. La neve cadeva, imbiancando l’asfalto, mentre lui era seduto nel parcheggio, da solo. Le mani stringevano il volante della sua vecchia Ford Capri e riusciva a malapena a vedere con chiarezza, figuriamoci a pensare. Come aveva potuto farlo? Come poteva essersi spinto così oltre? Non era sicuro, ma sapeva, sentiva in fondo dentro di sé, che non avrebbe dovuto farlo e sapeva che se ne sarebbe pentito. Se ne stava già pentendo. Lei doveva essere una facile preda. Una bella ragazza con un sorriso innocente e gli occhi di un colore strano che non avrebbero dovuto avere alcun significato per lui. Non avrebbe dovuto innamorarsi di lei e lei non avrebbe dovuto fargli venir voglia di diventare una persona migliore. Lui credeva di stare bene prima, se la cavava benissimo, prima di commettere il bellissimo errore di permetterle di diventare tutto il suo mondo. Però lui l’amava, l’amava così tanto che era terrificato dall’idea di perderla, perché perdere lei avrebbe significato perdere se stesso e lui non poteva sopportare di perdere qualcosa, dopo aver trascorso tutta la vita senza aver niente da perdere. Mentre le sue dita stringevano più forte e le nocche diventavano bianche contro il volante nero, i suoi pensieri si facevano più confusi. Lui diventava più irrazionale e disperato e si rese conto in quel momento, col silenzio del parcheggio vuoto a soffocare le sue paure, che avrebbe fatto qualsiasi cosa, assolutamente qualsiasi cosa per poterla tenere per sempre. Per tornare a quel maledetto prima. Before di Anna Todd vi farà tuffare nuovamente in un mondo fantastico, fatto di grandi sentimenti e grandi emozioni.
Dal 29 Marzo per Sperling & Kupfer

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *