Non è un vento amico di Vincenzo Zonno


Non è un vento amico
pagina 69

Georges, narcotizzato dalla situazione, si rese conto che si era avvicinato alla donna. Lei era ancora in punta di piedi, ne percepiva distintamente il respiro delicato. Ma, qualcosa accadde e, probabilmente, fu questo banale contrattempo a provocare quel concatenarsi di eventi che li avrebbe segnati entrambi.
Ella riempì i polmoni, come se le stesse mancando l’aria, e perse l’equilibrio arretrando verso Georges, che d’un tratto se la ritrovò tra le braccia, cogliendo appieno le forme che prima aveva solo immaginato. Qualcosa di molto intimo e proibito, ma stranamente la donna non ebbe a meravigliarsi di quel contatto. O, meglio, lo fece con un leggero ritardo.
Georges la sentì adagiarsi su di lui e lasciarsi andare. I glutei morbidi di lei si fusero con i suoi fianchi ed egli non riuscì a contenere il proprio turbamento. Ella se ne accorse e reagì, ma in modo inconsueto: gonfiò il petto e deglutì, poi allungò indietro il collo, quasi a porgerlo alle labbra dello sconosciuto, respirando piano, ma ingordamente, e infine si girò, come a voler incontrare il viso di un caro amante, per poi trasalire una volta che l’ebbe visto. Subito si allontanò, ritrovandosi con le spalle alla libreria, guardò Georges e serrò le labbra. La sua pelle chiara fece risaltare il rossore delle gote, e pareva avesse corso per ore, tanto gli occhi si erano fatti lucidi e la respirazione affannosa. Le lentiggini ai lati del naso sembrava volessero fuggir via da quel viso spaurito e imbarazzato.
Georges, spiazzato e impaurito, aprì leggermente le labbra senza emettere alcun suono.

69

Titolo: Non è un vento amico
Editore: Voci Fuori Scena
Collana: I ciottoli
Data di Pubblicazione: Giugno 2015
Prezzo: € 15.00
ISBN: 8894092607
ISBN-13: 9788894092608
Pagine: 246
Reparto: Narrativa

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *