Non buttiamoci giù di Nick Hornby


Non buttiamoci giù
pagina 69

fuma un bel po’ di erba. Per dirne una. E ti fa sentire diverso. Se pigli in prestito i vestiti di un altro o di un’altra, o i suoi interessi o le sue parole – cioè quello che dicono – io trovo che questo ti fa un po’ prender fiato da te stessa.
Era il momento per sentirmi diversa. Non so perché avevo detto quelle robe a Maureen; non so perché dico metà delle robe che dico. Sapevo di aver superato il limite, ma non riuscivo a fermarmi. A me viene una rabbia che quando arriva è come il vomito, comincio a rimettere e rimettere addosso a qualcuno e non mi fermo più finché son vuota. Sono contenta che Martin mi ha trascinata fuori. Avevo bisogno di fermarmi. Ho tanto bisogno di fermarmi. Perciò mi sono detta che da allora in poi sarei stata una persona più tipo quelle vecchi-tempi. Ho giurato di non dire parolacce, ahah!, e di non sputare; ho giurato di non chiedere a delle vecchiette innocue che sono chiaramente più o meno ancora vergini se chiavano alla pecorina.
Martin mi ha fatta nera, ha detto che ero una stronza e una demente, e poi mi ha chiesto cosa mi aveva fatto Maureen. Io gli ho risposto solo sissignore e nossignore e chiedo perdono signore, e non guardavo lui, ma in terra, solo per fargli vedere quanto mi dispiaceva. E poi ho fatto la riverenza, che per me era carino, come tocco. E lui mi ha chiesto: E ora, questo che cazzo vorrebbe dire? Tutta questa manfrina nossignore e sissi¬gnore? Allora gli ho risposto che avrei smesso di essere me stessa, e nessuno avrebbe mai più visto la vecchia me stessa, al che lui non sapeva cosa dire. Io non volevo che non ne potessero più di me. Mi sono accorta che la gente a un certo punto di me non ne può più. Chas, per esempio. E non è proprio il caso che questo mi ricapita ancora, perché resterei senza nessuno. Con Chas, credo che era tutto un po’ troppo; ci sono entrata troppo forte troppo presto, e lui si è spaventato. Come quella storia là alla Tate Modem? Quello è stato veramente uno sbaglio. Perché la vibrazione lì dentro… okay, una parte della roba è veramente micidiale e intensa eccetera, ma solo perché la roba è micidiale e intensa non vuol dire che io dovevo diventare micidiale e intensa. Era una condotta inadeguata,

69

Titolo: Non buttiamoci giù
Autore: Nick Hornby
Traduttore: Bocchiola M.
Editore: Guanda
Collana: Le Fenici tascabili
Prezzo: € 12.00
Data di Pubblicazione: Febbraio 2007
ISBN: 8860880254
ISBN-13: 9788860880253
Pagine: 293
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *