Nelson Mandela è morto


A cura di Arturo Casalati

Nelson Mandela è morto, giovedì 5 Dicembre 2013, a 95 anni. Il Presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, ha annunciato giovedì sera, in un discorso televisivo al Paese, la morte del suo predecessore, il padre della lotta all’apartheid nella nazione sudafricana.

Il mondo intero deve a Nelson Mandela la vittoria contro la segregazione razziale, quindi tutti noi dobbiamo ricordare quest’uomo come uno dei più grandi di questo misero pianeta. Un uomo che rifiutando di usare la violenza, con l’uso del dialogo e della pressione esercitata dall’opinione pubblica sui politici non lungimiranti, è riuscito a sconfiggere un pregiudizio radicato da secoli nell’intera umanità. Ha insegnato a tutti noi, con la sua lotta, il fatto concreto che tutti gli esseri umani sono uguali di fronte alla legge, di fronte alla società e di fronte a Dio (ammesso che Dio esista).

Vorrei davvero che la sua anima riposasse in pace, perché quello che ha fatto per l’umanità è qualcosa di cui la specie umana deve essergli eternamente grata. Oggi deve essere, per riconoscenza, un giorno di lutto mondiale: è il minimo che possiamo fare per Nelson Mandela.

Di uomini come lui questo mondo ne avrebbe una grandissima necessità. Purtroppo, invece, ci ritroviamo con dei leader politici (non sto pensando solo all’Italia ma all’intero pianeta) che, nella stragrande maggioranza, si contraddistinguono per la loro ignoranza, la disonestà, l’avidità, l’arroganza, la mancanza di scrupoli etici e morali, la totale assenza di rispetto per tutti gli esseri umani all’infuori di se stessi, per il loro egoismo che li spinge a governare in modi assolutamente inaccettabili, immorali, contrari a qualsiasi regola di giustizia individuale e collettiva.

Ma di questi pessimi esseri disumani, almeno per oggi, non ne voglio parlare. Oggi è il giorno nel quale dobbiamo celebrare la memoria di Nelson Mandela e ricordarlo per sempre come uno degli esempi più luminosi da seguire nel nostro cammino umano e terreno. Onore quindi a Nelson Mandela e agli esseri umani che, come lui, hanno fatto cose importanti e incancellabili per il bene dell’intera umanità: ci mancherà come poche persone al mondo.

Arturo Casalati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *