Nella casa


Allievo e insegnante, che bella sfida
C’è uno scrittore, c’è un lettore, ci sono i personaggi, si costruisce la storia, si cercano diverse soluzioni, si trova un epilogo. Non solo. Lo scrittore è un ragazzo, il lettore è il suo prof, la storia passa a puntate nei temi in classe, lo sviluppo dipende dalla relazione (pericolosa e divertente) tra allievo e insegnante. Tra lo scrittore e il lettore s’instaura un’influenza, una complicità e poi un conflitto, che portano alla rovina uno dei due. Finale un po’ carico? Poco male. E un thriller della composizione letteraria, questione che può tenere a distanza e, invece, conquista, per una riuscita chiave di commedia. Ozon combina Woody Alien e Truffaut, suspense intellettuale, romanzo di formazione e passione d’amore, ricomponendo la pièce di Juan Mayorga “Il ragazzo dell’ultimo banco”. Ricorda Calvino (“Se una notte d’inverno”), cita con umorismo Pasolini. C’è anche una librata in testa al protagonista presuntuoso, e si tratta di un pesante rilegato di “Viaggio al termine della notte” di Celine. Luchini guida un cast disinvolto e coinvolto in un gioco di specchi: i ruoli creativi. Da vedere.

Silvio Danese

Titolo originale: Dans la maison
Nazione: Francia
Anno: 2012
Genere: Thriller
Durata: 105′
Regia: François Ozon
Cast: Fabrice Luchini, Ernst Umhauer, Kristin Scott-Thomas, Emmanuelle Seigner, Denis Menochet, Bastien Ughetto, Jean-François Balmer, Yolande Moreau, Catherine Davenier
Produzione: Mandarin Films, FOZ, Mars Distribution, France 2 Cinéma
Distribuzione: Bim Film
Data di uscita: 18 Aprile 2013 (cinema)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *