Mostruosamente Amore


Mostruosamente Amore di Josafat Farroni
Tratto da: Un corvo fuori dallo stormo

In preda alla mia comparsa orrenda
si sparpagliano spauriti rossi ardori.
Boccioli chiusi sui quali il sol splenda,
deturpai propizie occasioni, bei fiori.

Acerbi frutti incisi dal dente impaziente
imputridiscono al sole, creatore silente.
Aspro contrappasso; sussulta affranto
il cuore sfiancato seviziato dal canto.

Grevi rintocchi sordi, melodia uggiosa,
il tempo scandito nel vuoto che pesa.
Ineluttabile il destino, pioggia copiosa
di lame taglienti che infrangono l’attesa.

L’abominio chirurgico il mondo paventa,
col petto squarciato che esibisce fiero.
La vacuità del tempo nel desister lo tenta
nell’attingere col cuore all’amore vero.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *