Mariagrazia Buonauro – Sogni tra i fiori


A cura di Giuseppe Iannozzi

Romanticismo al femminile
Un romanzo delicato, tutto al femminile, quello di Mariagrazia Buonauro, Sogni tra i fiori, (CSA Editrice), sulla falsariga delle avventure sentimentali narrate da Amalia Liana Cambiasi Negretti Odescalchi, meglio conosciuta al grande pubblico con il nome di Liala, pseudonimo che le fu attribuito dal vate Gabriele D’Annunzio con queste parole: “Ti chiamerò Liala perché ci sia sempre un’ala nel tuo nome”. Ma a differenza di Liala, Mariagrazia Buonauro non porta sulla carta personaggi maschili tutti d’un pezzo, audaci e temerari, o valorosi militari; au contraire, il mondo maschile che l’autrice ritrae è perlopiù abitato da uomini gretti, spesse volte imbelli, doppiogiochisti e maschilisti.
Sogni tra i fiori è il racconto d’una storia d’amore burrascosa, dove Laura, protagonista del romanzo, deve suo malgrado fare i conti con una vita sentimentale dominata dall’egoismo maschile. Laura rischia di essere, di diventare un trastullo a uso e consumo di Antonio, un uomo che la ama sì, ma solamente a letto. Laura deve prendere una decisione risolutiva, affinché la sua vita non venga ingoiata dal maniacale ego di Antonio. Non sarà facile dire ‘addio’ all’uomo che per tanto tempo l’ha tenuta sulla corda, sempre illudendola con vuote parole fatte di niente.
Il sogno di Laura è un sogno semplice: una famiglia, un marito, dei figli.
Sullo sfondo d’una città romantica e nevrotica come solo sa essere la bella Napoli, Laura, su due piedi, decide di tagliare i legami con la città, che l’ha vista nascere, per volare a New York dove vive una sua cugina. Nella Grande Mela, Laura conta di rigenerare il proprio spirito e di tornare così ad aver fiducia nell’umanità, negli uomini soprattutto.
Laura incontra Sergio, un uomo dedito all’insegnamento e che, all’apparenza, sembra non avere scheletri nell’armadio. L’incontro tra Laura e Sergio avviene proprio nel corso del viaggio verso la Grande Mela; Sergio è un tipo che sa quello che vuole per sé e per chi gli sta accanto. Sergio e Laura intessono presto una relazione che parte in quarta: “Sei la donna che aspetto da tanto tempo, da una vita… Sai, una volta ero terrorizzato al pensiero di mettere la testa a posto. Pensavo che non mi sarei mai accasato, perché fondamentalmente sono uno spirito libero. Adesso non ne sono più tanto sicuro… voglio dire… Beh, ho conosciuto te e…”.
Sogni tra i fiori è un romanzo tutto al femminile, dove il sentimento femminile è fortemente radicato in alcuni valori (eterni), in primis quello della costruzione d’una famiglia; ma è anche il ritratto d’una città, di Napoli, e non da ultimo è indagine nel pensiero dell’universo maschile con quella delicatezza che solo una donna sa.

Titolo: Sogni tra i fiori
Autore: Mariagrazia Buonauro
Editore: CSA
Data di Pubblicazione: 2010
ISBN: 8896703034
Prezzo: € 13.00
ISBN-13: 9788896703038
Pagine: 128
Reparto: Narrativa > Narrativa rosa

Mariagrazia Buonauro è nata e risiede a Marigliano, in provincia di Napoli. Laureata con lode, a ventisette anni è entrata nel mondo della scuola ove ha insegnato Italiano e Latino, Filosofia e Storia. E’ docente di materie letterarie presso il Liceo “S. Cantone” di Pomigliano D’Arco (NA). “Sogni tra i fiori” è il suo primo romanzo pubblicato.

Giuseppe Iannozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *