Luis Sepúlveda – La lampada di Aladino e altri racconti per vincere l’oblio


A cura di Massimo Ghelfi

Con i suoi libri ci ha abituati a storie semplici ma di grandissimo impatto emotivo, a racconti che puntano diritti al cuore, che finiscono per fare assaporare, anche ai lettori più disinvolti o distaccati, le passioni, i valori e i sentimenti che danno senso e spessore alla vita. Non importa se siano nati da fantasia visionaria o da episodi realmente accaduti, le storie di Luis Sepùlveda, al di là delle epoche e dei luoghi in cui sono ambientate, ci trascinano in una dimensione senza tempo, una dimensione dell’anima, in cui le cose che più contano sono l’istinto, la passione, l’umanità, il gesto gratuito, senza alcun calcolo o tornaconto. Anche in questo libro, che raccoglie dodici nuovi racconti, lo scrittore cileno dissemina tra le pagine gli accenti di una laicissima e personale religiosità i cui valori principali sono l’amicizia, la compassione, l’impegno politico e sociale, l’amore in tutte le sue declinazioni: amore per il prossimo, per una donna, per la natura, per il viaggio, per una causa che può cambiarti per sempre la vita.
Dopo Le rose di Atacama, La frontiera scomparsa, Il potere dei sogni e altri successi internazionali, ecco ancora una galleria ricca di ricordi, piccole perle letterarie e personaggi unici. Tra questi segnaliamo il ritorno di una figura molto amata dai lettori di Sepùlveda, Antonio José Bolívar Proaño, il Vecchio, protagonista del delicato e indimenticabile romanzo “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore”. Legato da profonda amicizia agli indigeni shuar, che lo considerano uno di loro, il Vecchio ritorna al suo villaggio nella foresta distrutto in seguito alle ostilità tra Perù e Ecuador, e riporta la speranza in una rinascita.
Intensi anche gli altri racconti dell’antologia che si segnalano per la loro delicatezza ed eleganza narrativa e per l’intensità degli argomenti: dalla visione di una notte d’estate ad Alessandria d’Egitto, all’avventura del Turco, venditore ambulante in terre deserte e desolate, dalla delusione di un nano alla storia commovente del piccolo lustrascarpe, a cui una combriccola di amici restituisce la dignità e il guadagno della giornata, “lucidandosi l’anima” con un gesto di generosità, dettato dall’amore per la giustizia sociale.

Massimo Ghelfi

Titolo: La lampada di Aladino e altri racconti per vincere l’oblio
Autore: Luis Sepúlveda
Traduttore: Carmignani I.
Editore: Guanda
Collana: Narratori della Fenice
Prezzo: € 14.00
Data di Pubblicazione: Novembre 2008
ISBN: 8860881412
ISBN-13: 9788860881410
Pagine: 158
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *