Lo sguardo di Barbara


Baciata dal sole Barbara Pecoraro

A cura di Alessia e Michela Orlando

Barbara Pecoraroè: il suo sguardo. È lì la sintesi di una donna con la fotocamera tenuta con nonchalance, con l’eleganza tipica di chi ha dimestichezza con l’oggetto nonché con l’idea che davvero rappresenti. Non dice di sé, dunque, e non dice neppure quali siano le scelte di valore con cui si accosti alla decisione di fotografare, né le scelte tecniche preferite per i suoi progetti. Tale è l’operazione che compie chi scatti: seleziona tra mille possibilità e, anche qualora si sia attratti da una immagine in movimento, si prefigura un risultato. È un progetto che si avvia sempre, anche qualora riguardi un piccolo evento, con l’intento di mostrarlo ad altri. Potranno esserci altri momenti rilevanti in seguito, come il tagliare una immagine per dare più visibilità al focus prevalente, piccoli interventi in post produzione sul colore, magari un fotomontaggio ma il progetto era già stato deciso nei minimi particolari da strati razionali del sé e dal proprio subconscio. Altro lo farà chi vedrà e “leggerà” la foto che racconta anche lo scatto. Tutto sommato una fotografia è anche un contenitore che dovrà essere riempito da chi osserverà. Vi riverserà ciò che percepisce e se si emozionerà la prima volta lo farà anche in seguito. Questo è ben noto a Barbara Pecoraro. Se dicesse di sé stessa, se

REFLEXES Barbara Pecoraro

raccontasse la vita o ostentasse i gusti, darebbe indicazioni di lettura alle immagini. Condizionerebbe chiunque ne conoscesse vicende, scelte, gusti … Pertanto occorrerà vedere le sue immagini; farsi guidare dalle sue parole per capire il senso della sua firma, quella che ne costituisce il logo, che diventa una farfalla; leggere le parole in bella vista di Henry Cartier Bresson[per significare il mondo]  è necessario sentirsi coinvolti in quello che si ritaglia attraverso il mirino. Fotografare è l’organizzazione rigorosa delle forme percepite visualmente che esprimono, significano quel fatto. E’ mettere sulla stessa linea di mira la testa, l’occhio e il cuore. E’ un modo di vivere .

Barbara e il suo sguardo sono qui:  http://www.barbarapecoraro.it/

Alessia e Michela Orlando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *