Leonardo Bonetti – Racconto d’inverno


Racconto d’inverno di Leonardo Bonetti non è un libro di facile lettura. Leggendolo mi ha riportato alla mente uno dei più grandi capolavori della letteratura russa del XX secolo, “Il Maestro e Margherita” di Bulgakov, accostamento azzardato ed eccessivo ammetto, ma Bonetti è una penna che merita attenzione.
La storia ha come sfondo una guerra civile, ambientato tra le montagne vicino al confine e il protagonista, un ragazzo che fugge da una realtà che fa paura e che gli va stretta. Durante la fuga trova riparo e ristoro presso una casa diroccata, all’apparenza abbandonata in realtà vissuta da un uomo dalla personalità ambigua, lo stesso uomo che si offrirà di accompagnarlo attraverso le montagne oltre il confine a patto che, il ragazzo, riponga tutta la sua fiducia nella natura e luoghi che percorreranno nonostante possano mostrarsi avversi, perché solo con la fiducia riusciranno a valicare quel confine che porterà il ragazzo alla salvezza.
Il viaggio sarà intenso e carico di patos, tra i due si istaurerà un rapporto di odio e amore e nonostante i racconti e l’incitamento dell’uomo viene a mancare la cosa primaria (fiducia appunto) e saranno costretti a tornare indietro.
Al ritorno, solo un giorno è concesso al ragazzo di restare nella casa diroccata con la promessa “strappata” di non curiosare oltre le stanze abitate. Ma ormai qualcosa nel ragazzo si è istaurato, un senso mistico tra magia e stralci di lettere trovate e la curiosità di conoscere la donna che un tempo (?) abitava la casa e che oggi ha fatto innamorare perdutamente il ragazzo nonostante l’abbia vista solo attraverso i racconti del suo interlocutore e nei profumi che ancora abitano la sua stanza da letto.
La parte più interessante inizia da qui, la casa nasconde riti magici, un passato da occultare e una realtà da evitare, scantinati da scoprire e il fuoco da vivere.
Non una trama facile, perché facile è la possibilità di cadere nel banale, ma questo non è il caso di “Racconto d’inverno” anche se il Bonetti spesso si arrovella in descrizioni inutili e che appesantiscono la lettura e confondono il lettore portandolo su un piano troppo distante dalla trama originaria.
Nonostante le scelte “narrative” dell’autore, un libro che ho apprezzato del quale consiglio la lettura.

Leonardo Bonetti è nato a Roma nel 1963. Autore e compositore

Katia Ciarrocchi

Titolo: Racconto d’inverno
Autore: Leonardo Bonetti
Editore: Marietti
Collana: Le fionde
Prezzo: € 16.00
Data di Pubblicazione: Marzo 2009
ISBN: 8821156095
ISBN-13: 9788821156090
Pagine: 208
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *