Le notti della macumba di Piera Carlomagno


Le notti della macumba
pagina 69

ventina di piccole stanze ogni tanto separate da una fotocopiatrice.
Grandi manate sulle spalle e crasse risate condirono abbondan-temente i lunghi convenevoli iniziali.
Poi Brizzi spiegò il motivo della sua visita e Cimino non nascose il suo scetticismo e una buona dose di orgoglio ferito.
Come l’avvocato aveva immaginato, si soffermò a lungo sul movente inattaccabile, sulla confessione, sulle modalità da omicidio passionale.
Ma anche sul luogo del delitto disseminato di indizi.
E di oggetti appartenenti alla vittima, come se gli fossero state svuotate le tasche, in un disperato tentativo di far pensare a una rapina o di disorientare gli inquirenti, dato che poi tutto era stato lasciato là, portafogli, oggetti d’oro, altre piccole cose che erano state infine restituite alla famiglia.
Cimino rifletté che da li sarebbe partito per ulteriori indagini se tutto non fosse stato così chiaro fin dall’inizio.
«E invece proprio da lì dovevi ripartire» si accalorò Brizzi «Perché non è nella luce accecante la verità, ma nella striscia intermedia, quell’ingannevole limbo in cui le cose si distinguono male. Gli indizi ti gridavano il contrario. Come hai fatto a non sentire?»
«Ma che dici Federi’?» Cimino era offeso, ma non voleva darlo a vedere «Non perdere tempo. Quell’uomo in carcere dev’essere im-pazzito. Dopo il delitto rese piena confessione, raccontò ogni det-taglio, non ci fu alcun dubbio, non ne ebbi io, non ne ebbero i magistrati, non ne ebbe l’opinione pubblica. Ma ti ricordi la gente? Ti ricordi i giornali? Ti ricordi il clima che si respirava?»
«E proprio perché mi ricordo che ti dico che hai commesso un errore, che quell’uomo era innocente e che un colpevole è rimasto impunito».
«Ma tu mo’ che vuoi da me, Federi’?»
«Voglio che mi aiuti a capire come hai potuto sbagliare così cla-morosamente».
«Stammi a sentire Federi’, non ci sono state altre indagini nella mia carriera che si siano concluse in maniera così rapida e perfetta. Credimi, perdi tempo. Non ho altre certezze così assolute come la colpevolezza di quell’uomo. Orlando uccise Cirillo colpendolo col

69

Titolo: Le notti della macumba
Autore: Piera Carlomagno
Editore: Cento Autori
Collana: Tracce misteriose
Prezzo: € 13.50
Data di Pubblicazione: 2012
ISBN: 8897121497
ISBN-13: 9788897121497
Pagine: 200
Reparto: Gialli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *