LA XIX RASSEGNA BAMBINI, ANDIAMO A TEATRO!


IL CUSCINO D'ORO (Luca)

IL CUSCINO D’ORO (Luca)

LA XIX RASSEGNA
BAMBINI, ANDIAMO A TEATRO!
PROSEGUE CON IL CUSCINO D’ORO
Un viaggio alla ricerca del significato più vero della parola “desiderio”

Il secondo appuntamento della diciannovesima rassegna teatrale Bambini, andiamo a teatro!, dedicato alle famiglie con bambini dai 3 anni in su, è sabato 6 febbraio, ore 16.00, presso l’Auditorium Mario Rigoni Stern di Agrate Brianza.
In scena Il cuscino d’oro, uno spettacolo che parla della riscoperta dei propri desideri profondi, quelli che non si possono comprare, e che spesso si smarriscono crescendo, catturati dal vortice del mondo che ci circonda.

Il protagonista della storia, nonostante sia circondato da decine di cuscini colorati che rappresentano le distrazioni della vita quotidiana, è triste perchécon il tempo ha smarrito il suo cuscino, la sua autenticità.
Il cuscino è un oggetto particolarmente legato al momento del sonno, dei sogni e, implicitamente, dei desideri e la sua assenza è lo stimolo per iniziare un’avventura alla ricerca ed alla riscoperta del significato più vero della parola desiderio, raccontata ai bambini come l’insieme di tutte quelle emozioni che ci rendono felici.
Il protagonista, annoiato e insoddisfatto, ritroverà quella scintilla creativa che gli permetterà di ricordarsi che può essere l’artefice del proprio mondo e delle propria felicità.

Uno spettacolo che esorta grandi e piccoli a custodire i propri sogni per non rischiare di dimenticarli crescendo.

RASSEGNA

«Il cuscino d’oro è uno spettacolo che riporta i piccoli spettatori sul significato della parola desiderio. Ilcuscino d’oro e cioè il contatto con la parte più autentica di sé stessi, nascosta, anzi ormai introvabile perché sepolta sempre più precocemente sotto migliaia di distrazioni e finte necessità che nello spettacolo prendono la forma di altri cuscini dai mille colori. Nella leggerezza di un linguaggio che rispetta in pieno l’età del pubblico di riferimento. Sorriso e gentilezza, che abbondano nello spettacolo, restano gli ingredienti migliori per dire cose importanti: ad esempio che la pigrizia, l’adagiarsi su sogni omologati e creati da altri, alla lunga non produce felicità. Da non perdere.»

Spettacolo recensito da BIMBI.IT durante il Festival “Via Paal” di Gallarate

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *