La regina dei castelli di carta di Stieg Larsson


La regina dei castelli di carta
pagina 69

«Scusami. Sono stanco e mi rendo conto di non essere mol¬to concentrato. Anita Kaspersson è arrivata a Seglora alle tre e dieci di stamattina e ha preso a calci il cancello di una villa spa¬ventando una famiglia che stava dormendo. Era scalza, semi-I on gelata e aveva le mani legate dietro la schiena. Ora si trova ali ‘ospedale di Boràs dove è stata raggiunta dal marito.»
«Incredibile. Penso che tutti noi fossimo convinti che non l’avremmo trovata viva.» «Certe volte si viene sorpresi.» «Positivamente sorpresi.»
«E adesso veniamo alle notizie sgradevoli. Il capo aggiunto della polizia provinciale, Monica Spàngberg, è qui dalle cinque di stamattina. Ti ordina di svegliarti e di recarti immediata¬mente a Boràs per interrogare la Kaspersson.»
Siccome era sabato mattina, Mikael dava per scontato che la redazione di Millennium fosse deserta. Telefonò a Christer Malm mentre FX2000 transitava sul ponte di Àrstabron e gli chiese il perché del suo sms.
«Hai fatto colazione?» chiese Christer Malm.
«Quello che si può fare in treno.»
«Okay. Vieni a casa mia e ti offrirò qualcosa di più sostan¬zioso.» «Di cosa si tratta?» «Te lo dico quando arrivi.»
Mikael prese il metrò fino a Medborgarplatsen e raggiunse a piedi Allhelgonagatan. Fu il compagno di Christer, Arnold Magnusson, ad aprirgli la porta. Per quanto si sforzasse, Mikael non riusciva mai a liberarsi dalla sensazione di trovarsi davan¬ti il manifesto pubblicitario di qualcosa. Arnold Magnusson aveva avuto un passato al Dramaten ed era uno degli attori più richiesti di tutta la Svezia. Era sempre un po’ sconvolgente in¬contrarlo nella realtà. A Mikael di solito i personaggi famosi non facevano nessuna impressione, ma Magnusson aveva un aspetto talmente caratteristico ed era così legato a certi ruoli del cinema e della tv, in particolare al collerico ma giusto com¬missario Gunnar Frisk di una fortunatissima serie televisiva, che Mikael si aspettava sempre di vederlo comportarsi come un suo personaggio. «Salve, Micke» lo salutò Arnold.

69

Titolo: La regina dei castelli di carta
Autore: Stieg Larsson
Traduttore: Giorgetti Cima C.
Editore: Marsilio
Prezzo: € 14.00
Collana: Vintage
Data di Pubblicazione: Settembre 2012
ISBN: 883171466X
ISBN-13: 9788831714662
Pagine: 857
Reparto: Narrativa > Thriller

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *