La psicologia dell’inconscio di Carl G.Jung


La psicologia dell’inconscio
pagina 69

LA PSICOLOGIA DEI PROCESSI INCONSCI

69

ideale. La paziente aveva però già verso la madre un rapporto esuberante e fantastico e, dopo la morte della madre, ha trasferito i suoi sentimenti sull’amica. L’esistenza di fantasie omosessuali è dimostrata a sufficienza.

INTERPRETAZIONE ANALITICA (CAUSALE-RIDUTTIVA)1
Questa interpretazione si lascia riassumere in una frase: «Mi rendo ben conto che volevo arrivare dall’altra parte del ruscello (cioè finire il rapporto con l’amica), ma preferirei molto di più che la mia amica non mi lasciasse uscire dalle sue tenaglie (l’abbraccio), il che corrisponde al seguente desiderio infantile: possa la mamma tornare ad attirarmi a sé nel modo consueto, con un abbraccio esuberante». Ciò che è incompati¬bile in questo desiderio sta nella forte vena sotterranea di omo¬sessualità, che è dimostrata a sufficienza da dati di fatto palesi. Il granchio l’afferra al piede poiché la paziente ha grandi piedi «maschili»; lei esercita nei confronti dell’amica un ruolo maschile e anche le sue fantasie sessuali si muovono in questa direzione. Il piede ha notoriamente un significato fallico. (Ampie prove a questo riguardo in Aigremont) L’interpreta¬zione complessiva è quindi la seguente: il motivo per cui non vuole allontanarsi dall’amica consiste semplicemente nel fatto che ha desideri omosessuali inconsci nei confronti della sua amica. Poiché questi desideri sono moralmente ed esteticamente inconciliabili con la tendenza della personalità conscia, sono rimossi e perciò inconsci. L’angoscia non è altro che questo desiderio rimosso.
Questa interpretazione è naturalmente la più grande svalu¬tazione che si possa immaginare di quell’alto e consapevole ideale che la paziente ha dell’amicizia. A dire il vero a questo punto dell’analisi la paziente non avrebbe più preso male questa mia interpretazione. Certi fatti l’avevano sufficientemente convinta già da parecchio tempo dell’esistenza in lei di una tendenza omosessuale, cosicché poteva ammettere libera¬mente questa tendenza, sebbene non fosse naturalmente pia¬cevole per lei. Se quindi in questo stadio del trattamento le avessi dato questa interpretazione, non mi sarei più scontrato con la sua resistenza. Attraverso la comprensione aveva già superato il lato penoso di questa tendenza indesiderata. Però

1 Una concezione parallela dei due tipi d’interpretazione si trova nel libro, che raccomandiamo, di Silberer, Probleme der Mystìk und ihrer Symbolik.

Titolo: La psicologia dell’inconscio
Autore: Carl G. Jung
Traduttori: Cucchiarelli M., Balducci C.
Editore: Newton Compton
Collana: Grandi tascabili economici
Prezzo: € 6.00
Data di Pubblicazione: Maggio 2010
ISBN: 8854120561
ISBN-13: 9788854120563
Pagine: 192
Reparto: Psicologia > Teoria psicologica > Psicologia analitica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *