La porta di ferro di Nicola Catenaro


La porta di ferro e altri racconti
pagina 69

su un panca inclinata le fasi di caricamento e di oscillazione; il finale era concentrato sul potenzia¬mento delle braccia con trazioni e piegamenti tali e tanti da illividire i tricipiti.
«Devi mettere su un po’ di muscoli», mi diceva Pino. Non mi ci volle molto, mi allenavo sei giorni su sette. In un anno misi su cinque chili e progredii in velocità e potenza. Avevo diciassette anni quando conquistai il record regionale. Dopo, fu una serie lunga di riconoscimenti e soddisfazio¬ni. Fino all’anno del titolo di campione europeo, che coincise con il tuo arrivo, Pedra. Tua madre era ancora in ospedale quando centrai il salto decisivo. Lo feci per voi due e, soprattutto, in onore del tuo arrivo. Non potevi guardarmi, lo so, ma potevi intuirmi. Come io intuisco te. Questo legame non è mai finito, lo so per certo. E io lo ri¬troverò.
Ho fatto sistemare l’asticella a un’altezza impensabile. Se riuscirò a superarla, avrò bruciato ogni misura fatta registrare finora. E sarà record mondiale. Non ho seguito alcun tipo di preparazione spe¬cifica per questo appuntamento. Ma ho cambiato l’asta. Quando al reparto tecnico ho chiesto che me ne fornissero una di cinque metri e cinquanta con un coefficiente di flessione pari a sette pun¬to cinque, il capo tecnico mi ha guardato con oc¬chio interrogativo e mi ha chiesto se per caso fossi impazzito

69

Titolo: La porta di ferro e altri racconti
Autore: Nicola Catenaro
Editore: Ricerche&Redazioni
Collana: Le lettere
Prezzo: € 10.00
Data di Pubblicazione: 2009
ISBN: 8888925287
ISBN-13: 9788888925288
Pagine: 80
Reparto: Narrativa > Narrativa horror e gotica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *