La melodia di Vienna di Ernst Lothar


La melodia di Vienna
pagina 69

LA MELODIA DI VIENNA – 69

Fu ricambiata, con un bacio lieve. «Mi promette una cosa?» domandò Sophie. «Con voi giovani non si può mai sapere quando vi può tornare in mente di venire a trovare i vecchi come me. Lei è stata educata al Sacré-Cceur?».
Henriette annuì.
«Si metta là, sotto quell’immagine. Non fare quella faccia idiota, Franz. Prima che sia terminato il vostro quarto piano -per inciso, una delle vostre idee più stupide, dal momento che al secondo piano ci sarebbe stato posto a sufficienza – potrei benissimo non esserci più. Alla mia età si fa in fretta. Perciò vorrei che lei mi promettesse una cosa. Franz, lei lo sa che in un certo senso ti faccio da madre e da padre? Naturalmente lui non ne ha mai approfittato e ha sempre fatto di testa sua. Ma per una volta… Allora, mi promette una cosa, cara?».
Ai due lati dell’immagine, sopra l’altarino dove adesso stava Henriette, v’erano due lumini accesi, in piccoli bicchierini color rubino. L’immagine raffigurava San Giuda Taddeo. Le pareva tutto così insopportabilmente assurdo che rifletté se non fosse meglio correre via. Senza dire nulla. Semplicemente andarsene.
«Sì» disse tuttavia.
L’anziana signorina prese il bastone con il manico d’avorio, si alzò e attraversò la stanza. Quando fu davanti all’inginoc¬chiatoio, dominò Henriette dall’alto della sua statura. Posò la sua lieve mano su quella della ragazza.
«Sarò una buona moglie per Franz – lo ripeta!».
«Sarò una buona moglie per Franz».
«Saprò rinunciare, se sarà necessario».
Che follia! Che buffonata, tutto ciò!
«Perché non lo dice?» domandò Sophie.
«Saprò rinunciare, se sarà necessario».
L’anziana signorina annuì. «La ringrazio molto, bambina mia. Adesso mi sento molto più tranquilla. Sono certa che lei non sta mentendo».

Titolo: La melodia di Vienna
Traduttore: Bistolfi M.
Editore: E/O
Collana: Gli intramontabili
Prezzo: € 18.00
Data di Pubblicazione: Giugno 2014
ISBN: 8866324876
ISBN-13: 9788866324874
Pagine: 604
Reparto: Narrativa

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *