La frode


Il potere è nei guai
Ogni potenteE della finanza ha uno scheletro nell’armadio. E fosse solo uno. La doppietta di Stone «Wall Street 1 e 2» è il modello. Tanto per stare in tema (crisi, acquisizioni societarie, profitti illeciti), Gere è un industriale con vita sontuosa, famiglia perbene, moglie (Sarandon sempre ok) che spende in beneficenza (2 milioni di dollari) e giovane amante. Al centro d’un ciclone che sta per buttargli giù tutto, deve riuscire a coprire la morte dell’amante in un incidente stradale (idea posticcia in script a volte interessante). Messaggio chiaro: i grattacieli d’acciaio e vetro sono costruiti su palafitte (ma lo sapevamo). L’inchiesta di polizia è un po’ manierista (Tim Roth gigioneggia). Esordio alla regia di un produttore indie. Cast coinvolgente. Poi si dimentica.

Silvio Danese

Titolo originale: Arbitrage
Nazione: U.S.A.
Anno: 2012
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 107′
Regia: Nicholas Jarecki
Cast: Richard Gere, Susan Sarandon, Tim Roth, Brit Marling, Laetitia Casta, Nate Parker, Stuart Margolin, Chris Eigeman, Graydon Carter, Bruce Altman, Larry Pine, Curtiss Cook
Produzione: LB Productions, Lionsgate, Parlay Films
Distribuzione: M2 Pictures
Data di uscita: Golden Globe 2013
14 Marzo 2013 (cinema)
Trailer:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *