Io non ho paura di Nicolò Ammaniti


Io non ho paura
pagina 69

– Non posso. Mi fa venire il mal di testa, – ha detto mia sorella come se le offrissero del veleno.
Mamma le ha mollato uno scapaccione e Maria ha cominciato a frignare.
Ora finisce a letto, ho pensato.
Ma papà invece ha preso il piatto e ha guardato mamma negli occhi. – Lascia stare, Teresa. Non mangerà. Pazienza. Mettila da parte.

Dopo mangiato i miei genitori sono andati a riposare. La casa era un forno, ma loro riuscivano a dormire lo stesso.
Era il momento adatto per cercare la pentola. Ho aperto la credenza e ho rovistato tra le stoviglie. Ho guardato nel cassettone dove mettevano le cose che non si usavano più. Sono uscito fuori e sono andato dietro casa dove c’era il lavatoio, l’orto e i fili con i panni stesi. Ogni tanto mamma lavava lì le stoviglie e poi le faceva asciugare al sole.
Niente. La pentola con le mele era scomparsa.

Ce ne stavamo sotto la pergola a giocare a sputo nell’oceano e ad aspettare che il sole se ne calasse un po’ per farci una partita a calcio, quando ho visto papà che scendeva le scale, con i pantaloni buoni e la camicia pulita. In mano stringeva una borsa blu che non avevo mai visto.
– Papà, papà, dove vai? Parti? – gli ho domandato attaccato alla portiera.
– Possiamo venire con te? – ha implorato mia sorella.

Titolo: Io non ho paura
Autore: Niccolò Ammaniti
Editore: Einaudi
Prezzo: € 11.00
Collana: Einaudi. Stile libero big
Data di Pubblicazione: Giugno 2011
ISBN: 8806207695
ISBN-13: 9788806207694
Pagine: 230
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *