Intervista ad Enrico Dignani ed al suo Why senza because 1


A cura di Alessia Mocci

“Why senza because”, edito nel 2010 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni per la collana editoriale “La Quiete e l’Inquietudine”, è una raccolta poetica di Enrico Dignani (1956, Tolentino). Passaggi coraggiosi, acuti e molto analitici, con fotografie scandite con un ritmo che sembra mimare l’efferata coercizione del sistema: l’Autore toglie virgole, sospensioni, va al sodo anche nella forma, come vento furibondo che nulla riesce a fermare. Non mancano esaustivi attimi teneri, tratti dal cuore profondo dell’uomo, gocciolanti dalla poetica pura, dettata dal sentimento.
Enrico Dignani è stato molto disponibile nel rispondere a qualche domanda sulla sua pubblicazione e sulla sua vita. Buona lettura!

A.M.: Quando e come nasce la tua passione per la scrittura?
Enrico Dignani: L’uomo solo non esiste: è un astrazione; deve necessariamente relazionare il suo vuoto nevrotico (quando l’individuo non si sente significativo, allora cerca compensazione od in gratificazioni artificiali, od in atteggiamenti di potenza) l’arte in genere allena il pensiero profondo ed è anche consolatoria.

A.M.: Sei uno scrittore da carta e penna oppure da tastiera?
Enrico Dignani: Sono due protesi formidabili tutte e due.

A.M.: Why senza because. Qual è il significato del titolo del tuo libro?
Enrico Dignani: Il termine Nichilismo, significa volontà del nulla, ovvero la negazione dell’esistenza di realtà e valori comunemente ammessi. Il titolo del mio libro contempla il nichilismo.

A.M.: C’è una lirica alla quale sei più legato?
Enrico Dignani: Un senso complessivo ed uno stile, che dove trova attenzione entusiasta, è ciò che convince la mia simpatia.

A.M.: Se potessi scegliere una città nella quale vivere, dove andresti per avere maggior ispirazione?
Enrico Dignani: Se”potessi” sarei bello ricco e intelligente .. e borderline anziche “poetasenza ragione sociale”con problemi di vitto alloggio e affetto.

A.M.: Quale è l’ultimo libro che hai letto?
Enrico Dignani: Ho un leggere disordinato e casuale sul comodino al momento : Carlo Cattaneo scritti scientifici e tecnici tomo 1°- seguo alla radio le letture di Elsa Morante.

A.M.: Come ti trovi con la casa editrice Rupe Mutevole? La consiglieresti?
Enrico Diganani: Questo è il mio primo libro, non so niente di editori e del costruire libri, Rupe Mutevole è senz’altro da consigliare ti accompagna in questa esperienza ad un prezzo ragionevole e con la seria dovuta attenzione. Viva Rupe.

A.M.: Hai delle novità per questo 2012? Svelaci qualcosa.
Enrico Dignani: La mia ultima canzone d\’amore: Canzone d’amore. Abito le ore e non le ere di un imprenditrice raffinata disprezza gli alcolizzati puzzolenti è una saporita tutta pittata puttana con in bocca una sigaretta mezza spenta mezza bagnata. Chissà se sono guai? Chissà se sono guai? Fuggo da Foggia non tanto per Foggia ma per i foggiani le cozze sono buone a Bari i baci che mi deve la primavera farfalla del cazzo se non mi capisci mi tradisti li regalo quasi tutti a te. Chissà se sono guai ? Chissà se sono guai? Il mio amore è fuggito in un ricordo ballabile si nasconde nel Molise passa per le bocche come fossero fiori Oh Cristo! cercate la mia farfalla manganelli con lo stipendio circondate Campobasso spara baci micidiali quella la . Chissà se sono guai? Chissà se sono guai?

A.M.: Salutaci con una citazione..
Enrico Dignani: L’artista e il criminale si pongono al di fuori dei ruoli della normalità quotidiana, ma ben presto hanno a che fare in prima persona con i rigori del controllo sociale. (Franco Ferrarotti)

Titolo: Why senza because
Autore: Enrico Dignani
Editore: Rupe Mutevole
Prezzo: € 10.00
Collana: La quiete e l’inquietudine
Data di Pubblicazione: 2010
ISBN: 8896418798
ISBN-13: 9788896418796
Pagine: 48
Reparto: Studi letterari > Poesia > Poeti

Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro. http://www.rupemutevoleedizioni.com/

Alessia Mocci
Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni (alessia.mocci@hotmail.it)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Intervista ad Enrico Dignani ed al suo Why senza because

  • enrico dignani

    Cara moltitudine infila una moltitudine di10 euro
    nella fessura del mio talento,
    asperità idiosincratiche calpestabili, abitabili.
    Sono un bel poeta
    e aspetto dal cielo un diluvio di argomenti
    capaci di umiliare la mia boria.
    Il giganteggiare senza cattedrali
    del mio bel dire
    devo offrire alla vostra attenzione.
    Deliberate l’insolenza o cieli!
    L’invettiva, aggancia l’attenzione e precede la critica,
    se questa ha chiari argomenti
    e non un torbido e astruso lungo lungo manifesto
    non aver niente da dire.
    Lampo giallo bianco!
    Serve uno stile che non sia ostile alla lettura
    e una moltitudine che infila dieci euro nella fessura del nostro talento.
    (enrico dignani)

    pubblico apprezzamento in piedi. applausi e felicitazioni.