Incertezze


poesia1

Incertezze

Questi fili d’argento
lenti, arrabbiati, tristi.
s’attaccano ai sogni
come zecche grigie.

Latitanze sospese, impregnano
l’atmosfera d’ incertezze
e vane attese.
Il boato del vuoto esplode,
dentro le coscienze.

Pesci senz’acqua, rantolano.
Pipistrelli sordi sbattono contro
muri di gomma.
Per non cadere si aggrappano al
nido del falco.
La dimensione illusoria degli
specchi ha gettato la sua rete.
Molte le prede catturate.

Il vociare strapazza il tubo catodico.
La volgarità e l’arroganza mietono vittime.
Macerie d’intrighi e menzogne inumano
gli ultimi capelli bianchi dell’umanità.

E la storia a tempo di valzer
ripete lo stesso ritornello.

Serenella Menichetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *