In libreria: Terremoti di Sergio Maglietta


TERREMOTI è un romanzo autobiografico che ripercorre i primi anni Ottanta attraverso lo sguardo del cantante-sassofonista dei Bisca, gruppo rock antagonista.
Rivissuto nel racconto, quel decennio si rivela uno snodo importante nella vita del nostro Paese, il cui spirito sembra manifestarsi con più intensità ed evidenza nella Napoli fratturata dal terremoto. Un passaggio epocale, testimone dello scivolamento repentino dalla cultura “Analogica” a quella “Digitale”.
C’è Napoli, con la sua prosperosa bellezza di femmina del Sud e con la sua lingua ancestrale che affiora dai dialoghi dei protagonisti.
C’è la musica, quella più insolente e viscerale, meno addomesticata, linguaggio del corpo e dell’anima per spiriti inquieti e irriducibili.
Ci sono “i giovani” che consumano l’ultimo quarto d’ora di celebrità concessogli dal dominante sistema politico/economico/spettacolare.
E poi c’è la vita vera. Con la violenza, la droga e la voglia di protagonismo e opposizione che creano una miscela esplosiva e dirompente.
La storia si conclude nel 1985, quando quel decennio si spegne precocemente e tutte le intuizioni, le promesse e le suggestioni che il terremoto aveva liberato sembrano dissolversi.
Una vicenda anomala e, allo stesso tempo, emblematica.
Un terremoto dentro e fuori.

Sergio Maglietta. Nasce il 21 novembre 1957 a Napoli, dove compie i suoi studi suggellati da varie, brevi e brevissime incursioni universitarie in diverse facoltà: Architettura, Economia e Commercio e, infine, il DAMS a Bologna.
Nel 1980 fonda il gruppo rock alternativo Bisca.
Da allora scrive per la band più di duecento testi, oltre ad alcuni surreali e sarcastici racconti brevi che interpreta dal vivo su basi musicali appositamente realizzate, creando un insolito siparietto cabarettistico nello show del gruppo.
Nel 1995 pubblica il racconto breve Appunti di viaggio contenuto nel libro È odio mosso da amore (ed. Zelig) sull’esperienza del supergruppo Bisca99Posse di cui è stato animatore.
Del 2001 è Il Cielo Basso, disco di poesie musicate in cui spicca “La Lavatrice e il Generale”, ardito parallelo tra l’elettrodomestico e il dittatore Pinochet.

Titolo: Terremoti. Una vita e un sax nella Napoli degli anni ’80
Editore: Vololibero
Collana: Fuorisacco
Data di Pubblicazione: Maggio 2015
Prezzo: € 13.00
ISBN: 8897637450
ISBN-13: 9788897637455
Pagine: 136
Reparto: Narrativa

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *