In libreria: “Pensieri lunghi un anno” e “Il Vesuvio è ancora azzurro”


“Io, comunque, scrivo perché sono felice, incazzata, depressa,
divertita, stanca, curiosa, emozionata… tutto insieme.”
(Rosa Gargiulo)

Pensieri Lunghi un anno

Un pensiero veloce, quasi impercettibile alle volte, che se ne va con la velocità di un lampo. Queste riflessioni spesso scompaiono senza lasciare traccia, e allora perché non imprimerle nella memoria, nero su bianco, giorno dopo giorno, per 365 giorni?
Quando ancora non esistevano i blog, quando ancora non esisteva internet, l’unico modo di fermare i pensieri per non farli fuggire via era scrivere.
L’inchiostro bagnava la carta e i pensieri, anche i più brevi, rimanevano impressi. Rosa Gargiulo nel suo ‘Pensieri lunghi un anno’ (PersoneDiParola – Isola Editrice) ha cercato di trattenerli, di non lasciarli fuggire. 365 pagine che non sono altro che 365 giorni, un anno, diviso per mesi. Riflessioni che investono tutti i campi della vita: l’amore, la politica, le relazioni sociali, la ricerca del senso. Grandi domande a cui spesso non diamo risposta come vorremmo.
Il libro è denso di vita vissuta, dando un ordine all’interno del rumore che caratterizza la nostra quotidianità: per fare il punto, annotare quello che di più significativo ha segnato il cammino dei giorni.
Un diario che si rilegge con piacere, le cui pagine, con il passare dei giorni cominciano ad ingiallirsi, perché questo è il suo dovere: quello di ricordare, di imprimere nella memoria ciò che è passato. Perché poi, in fin dei conti, nulla si perde davvero.

“Il Vesuvio è ancora azzurro”

Un concentrato di amore e desiderio ma anche odio e vergogna in questo libro in cui l’autrice, Rosa Gargiulo, racconta della sua Napoli.
«Si scrive “Napoli”, si legge “Passione”». Basterebbe questa breve frase per descrivere il nuovo libro di Rosa Gargiulo, ‘Il Vesuvio è ancora azzurro’, PersoneDiParola – Isola Editrice.
Una frase che racchiude in sei parole l’amore per la propria terra, per la propria città: Napoli. In verità parlare di Napoli non è poi così semplice. Amore e odio sono i sentimenti provati dai suoi cittadini, tanto che molti se ne vanno, ma con il cuore colmo di emozione ritornano.
La verità è che Napoli non lascia mai indifferenti, è questo il suo segreto, il suo carattere conquista lasciando una traccia indelebile in chiunque passi di qui. Per quanto si possano, alle volte, vedere solo gli aspetti negativi, ci sono e ci saranno sempre anche quelli positivi: primi fra tutti, i napoletani. Gente solare, allegra, sorridente. E questo è un altro elemento che rapisce di questa città.
Ecco perché Napoli si legge Passione. Passione, per la città. Passione per la cucina, Passione per i luoghi (semplicemente incantevoli e suggestivi), Passione dei suoi cittadini! Ed è proprio il connubio di tutti questi aspetti che rende Napoli meravigliosamente indelebile nella mente di coloro che l’hanno visitata… E di chi ci vive.
‘Il Vesuvio è ancora azzurro’ è impregnato di questa Passione: pagina dopo pagina si legge un amore incondizionato. L’autrice con estrema abilità è riuscita a parlarne al positivo, senza rinnegare i coni d’ombra della città, ma riscoprendone gli angoli, i colori, le voci, la vitalità per offrire una lettura diversa, una prospettiva che negli anni è andata smarrita. Un viaggio tra vicoli e musei, musica e bestemmie… perché Napoli è tutto questo, tutto insieme!

Per informazioni:
media@agenziacontrappunto.com

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *