In libreria: Non lo saprà nessuno di Anna Francesca Vallone


Scheda libro “Non lo saprà nessuno” di Anna Francesca Vallone

Due ragazze ancora adolescenti; una relazione che va al di là dell’amicizia e infrange i tabù. Le sfumature del sentimento, in una storia di formazione sensuale e inquieta. Bianca e Lisa si conoscono a Tropea, dove vive Lisa e dove Bianca trascorre tutte le vacanze estive. Bianca ha tredici anni, Lisa sedici. Due adolescenti come tante, ma unite da una relazione molto particolare. Baci appassionatissimi durante le lunghe giornate al mare; contatti fisici che rasentano il sesso. Sono sesso, o no? Bianca e Lisa sono più che amiche, certo. Ma sono amanti? Nessuno lo saprà mai, nessuno deve sapere dove finisce la loro amicizia e dove comincia l’amore. La storia di due donne che si sono sempre amate, che si sono ferite, e che, pur separandosi, non si sono separate mai.

non-lo-sapra-nessunoTitolo: Non lo saprà nessuno
Editore: Compagnia Editoriale Aliberti
Collana: I colibrì
Data di Pubblicazione: ottobre 2016
€ 17.00
EAN: 9788893230476
ISBN: 889323047X
Pagine: 225

Non lo saprà nessuno nasce da una storia di grande sofferenza, una sofferenza per molti versi incompresa dalla gente attorno e un po’ anche dalla protagonista vera e propria, che sarei io. Nasce dal bisogno di comprendersi e far comprendere e dal bisogno di far sentire meno sole quelle ragazze che si trovano a vivere una sofferenza simile. I sentimenti e le emozioni di Bianca sono i miei sentimenti, le mie emozioni, quelle che ho vissuto e che mi è stato tanto difficile spiegare, quelle che mi hanno confuso l’adolescenza fino a trasformarla in qualcosa di patologico, con la necessità di vere e proprie cure, con la sensazione di essere sempre sbagliata e con l’impressione che la felicità fosse qualcosa di troppo difficile da raggiungere.

Anna Francesca Vallone, intervista di Marzia Cikada

Non lo saprà nessuno di Anna Francesca Vallone è un romanzo faticoso, crudo, pieno di cicatrici, senza alcuna concessione. Non è la banale rappresentazione delle turbolenze adolescenziali, è piuttosto un viaggio nei meandri della psiche di due persone violate e insicure, che l’autrice, giovanissima, racconta attingendo coraggiosamente dalla propria storia personale.
Personaggi ben definiti, situazioni credibili, dialoghi efficaci, narrazione fluida, l’uso intelligente del passato prossimo per raccontare fatti e dolori lontani ma che ancora opprimono e rimangono irrisolti, un realismo feroce e liberatorio, che brucia come una sberla: sono questi i punti di forza di una storia (anzi, di una testimonianza, almeno in parte) in nessun modo a lieto fine ma che invita a riflettere sulla possibilità di cercare un uso (ri)costruttivo del dolore e delle esperienze traumatiche, in modo da favorire un indispensabile processo autopoietico, traendone – per quanto possibile – le capacità necessarie a evitare la reiterazione degli errori, in special modo di quelli pagati da chi non li ha commessi.

Stefano Crivelli su Critica Letteraria

Anna Francesca Vallone nasce il 23 agosto 1992 a Torino.
Nel 2012 frequenta corsi di scrittura tenuti da Francesco Pettinari e Davide Longo e il Master biennale in scrittura e storytelling presso la Scuola Holden.
A marzo 2014 vince il workshop tenuto da Antonio Leotti presso la Scuola Holden con il racconto Solo. Tra il 2014 e il 2015 scrive e dirige diversi cortometraggi, scrive un lungometraggio, insegna scrittura creativa e cinema presso scuole elementari, medie e superiori.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *