In libreria: L’ asino morto di Jules Janin


UN ROMANZO ECCESSIVO E SPIAZZANTE,
RECUPERATO DALL’OTTOCENTO PIÙ OSCURO
E FINALMENTE TRADOTTO ANCHE IN ITALIA

Romanzo provocatorio e scomodo che, alla sua uscita, nel 1829, ottenne grande successo in patria e all’estero, suscitando l’ammirazione, tra gli altri, di Baudelaire e Gogol’. Tradotto in tutte le lingue e ora, per la prima volta, finalmente anche in italiano. Storia bizzarra, pietra miliare del Romanticismo “frenetico”, in cui il protagonista narra in prima persona la storia di un’attrazione morbosa per una giovane contadina di nome Henriette e per il suo povero asino. Tra sentimenti ambigui e cinico voyeurismo, il protagonista segue la donna nel corso della sua iniziazione parigina alla mondanità e la osserva mentre cade vittima dei tentacoli della Parigi più corrotta. Sfruttando un’ironia corrosiva e un deliberato gusto per la morbosità, Janin sciorina un campionario di elementi macabri e grotteschi, provocatori e scandalosi. Il romanzo si pone, in chiave parodica, come l’anello di congiunzione tra l’eredità sadiana e gli esiti della successiva generazione di poeti “maledetti”. Una storia caustica tra “noir” e “horror”.
Un’operazione lucidissima che si sviluppa e smaschera, dall’interno, gli eccessi dell’Ottocento più malato e tenebroso.

Titolo: L’ asino morto
Editore: Edizioni della Sera
Data di Pubblicazione: Novembre 2015
Prezzo: € 14.00
ISBN: 8897139620
ISBN-13: 9788897139621
Pagine: 215
Reparto: Narrativa

Jules Janin nasce nel 1804 a Saint-Étienne. Da giovane si trasferisce a Parigi ed entra nel mondo della letteratura. Collabora a riviste e pubblica il suo primo e più importante romanzo, L’asino morto, nel 1829. Scrittore prolifico, è stato narratore, saggista, critico letterario e teatrale. Janin è considerato tra i massimi esponenti del Romanticismo “frenetico” francese, e la sua opera ha avuto risonanza in patria e all’estero. Nel 1870 è nominato Accademico di Francia. Muore a Parigi nel 1874.

Giorgio Leonardi nato nel 1972, è Dottore di ricerca in discipline letterarie, studioso di letteratura otto-novecentesca su cui ha pubblicato vari contributi in rivista e volume. Ha collaborato alla didattica nelle Università di Roma e Viterbo. Tra le altre cose, ha scritto capitoli e sezioni di un’antologia di Letteratura per i licei (Zanichelli Editore) ed è autore del libro Milano scapigliata (Meravigli Editore). Di Janin ha già tradotto e curato la monografia su Il marchese de Sade (Salerno Editrice).

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *