In libreria: Chi sono i Gesuiti di Francesco (Jorge Mario Bergoglio)


Perché Ignazio di Loyola ha fondato i gesuiti, considerati da secoli l’avanguardia della Chiesa cattolica? Il motivo è il seguente: per ricostruire l’unità tra ragione e cuore che la modernità, segnata dalla Riforma calvinista, aveva tragicamente interrotto. È questa, in sintesi, la risposta che ne dava nel 1985 l’allora padre Jorge Mario Bergoglio, analisi che oggi si può leggere nelle lucide e dense pagine – finora inedite in italiano – del saggio Chi sono i gesuiti. Storia della Compagnia di Gesù (pp. 128, euro 11,90, in libreria e disponibile in ebook per Editrice Missionaria Italiana dall’8 maggio in occasione del Salone del Libro di Torino). Il testo si avvale di un’introduzione di padre Antonio Spadaro, direttore della rivista La Civiltà Cattolica.
Con dovizia di citazioni e di rimandi filosofici e storici (Agostino, Ignazio di Antiochia, Ignazio di Loyola, Nietzsche, Hobbes e Marx, questi due definiti «lupi» nei confronti del popolo), Bergoglio delinea in queste pagine una sua personalissima storia della Compagnia di Gesù. Una storia nella quale hanno anche grande peso le vicende missionarie dell’America latina.
All’origine della Compagnia, individua il papa, vi è Ignazio e la sua intuizione: «E’ l’uomo che rende possibile il dialogo tra la parola di Dio e la cultura della sua epoca; quel dialogo si fa istituzione». E l’epoca di Ignazio – il Cinquecento – è attraversato dalla Riforma e dall’anelito di umanesimo che vuole costruire un mondo senza più tener conto di Dio. «Qual è lo scisma calvinista che provocherà la lotta di Ignazio e dei primi gesuiti? – si chiede il papa (i corsivi sono tutti suoi) -. Si tratta di uno scisma che tocca tre aree: l’uomo, la società e la Chiesa». A ciascuna di queste separazioni moderne, Bergoglio individua una risposta precisa di Ignazio: «Nell’uomo il calvinismo provocherà lo scisma tra ragione ed emozione. Separa la ragione dal cuore». Il rimedio ignaziano è su questo fronte duplice: «Il primo è la tradizione umanistica, la tradizione di pensiero della Chiesa. […] Sant’Ignazio non concepisce la tradizione come una realtà chiusa, come qualcosa di già completato, custodito con sette mandate. Il suo concetto di tradizione è aperto alla speculazione teologica. […] La seconda cosa che i gesuiti oppongono è la riformulazione della metafisica. Perché insieme ai primi gesuiti nasce un forte movimento neoscolastico: il suo rappresentante più insigne sarà Francisco Suárez».
A livello sociale ecco la diagnosi del papa: «Lo scisma calvinista colpisce anche la società. Essa ne resterà divisa. Come apportatrici di salvezza Calvino privilegia le classi borghesi. […] La Compagnia contrappone, fin dall’inizio, la missione ai popoli. Si aprono le frontiere verso Oriente (India e Giappone) e san Francesco Saverio muore guardando la Cina. I metodi di inculturazione sperimentati dai primi gesuiti (Ricci, De Nobili, Valignano, quelli che sono venuti in America e hanno dato vita alle reducciones) sono un segno di questa apertura ai popoli riconoscendo loro, nella loro totalità, un ethos che conferisce piena dignità».
Sul piano inter-ecclesiale, accade che «Calvino decapita il popolo di Dio dell’unità con il Padre. Decapita tutte le confraternite dei mestieri privandole dei santi. E, sopprimendo la messa, priva il popolo della mediazione in Cristo realmente presente».
La riposta gesuitica è la seguente: «Sant’Ignazio e i suoi successori contrappongono il pontificato: la realtà e il simbolo unitivo del papa. Quindi i santi e tutte le mediazioni dei sacramentali».
Un libro-rivelazione, che presenta un Bergoglio inedito, un intellettuale di grande finezza, di notevole preparazione storica e filosofica, capace di «duellare» culturalmente con diversi pensatori dell’epoca moderna sulla scia del suo maestro Ignazio di Loyola.

Titolo: Chi sono i Gesuiti. Storia della compagnia di Gesù
Autore: Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Editore: EMI
Collana: I libri EMI di papa Francesco
Data di Pubblicazione: Gennaio 2014
Prezzo: € 11.90
ISBN: 8830721921
ISBN-13: 9788830721920
Pagine: 128
Reparto: Religione > Cristianesimo > Istituzioni e organizzazioni cristiane > Comunità e monachesimo cristiano

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *