Il nocchiero di Paola Capriolo


Il nocchiero
pagina 69

affiorava nel profilo, nel volto lungo e scavato, ma veniva contraddetto da ogni sguardo degli occhi malinconici che Walter era certo di non avere mai visto. Erano di un azzurro scuro, come l’acqua del fiume nei punti dove il sole non batte. Ora dinanzi al loro specchio mutevole sembrava fosse trascorsa una vita intera, ora sembrava si fossero appena dischiusi e accogliessero il mondo per la prima volta.
Sono i giochi di luce dell’Excelsior, pensò Walter, gli inganni del sole al tramonto. Gli stessi che rendevano così difficile distinguere Linda da Carmen, la chioma castana da quella rossa o corvina. Incontrando il forestiero per strada, in pieno giorno, avrebbe probabilmente veduto un signore sui quarantanni, dalla figura elegante e dagli occhi celesti, e non vi avrebbe ritrovato nulla di quanto gli appariva allora, in quella penombra accesa dai bagliori del crepuscolo come da lampi colorati di fuochi d’artificio.
Ma queste riflessioni non placavano la sua curiosità; continuava ad attendere senza sapere di preciso che cosa.
Infine lo sconosciuto si alzò, mosso da una risoluzione improvvisa, e si avvicinò al suo tavolino. Quando fu a pochi passi da lui lo fissò apertamente. Walter gli rispose con un’occhiata cortese e interrogativa.
Sembrò che l’altro stesse per rivolgergli la parola, invece non disse niente e proseguì verso l’uscita.

Con il tempo e con un’insistenza discreta ma tenace, Linda aveva ottenuto che all’uccello grigio fosse consentito di girare liberamente per tutta la casa, e la bestia aveva preso l’abitudine di seguire ovunque la pa-drona, svolazzandole intorno o appostandosi in qualche luogo elevato da cui controllava ogni suo movimento. I piccoli occhi rotondi si facevano ancora più sporgenti,

69

Titolo: Il nocchiero
Autore: Paola Capriolo
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Edizione: 4
Prezzo: € 8.78
Data di Pubblicazione: Settembre 1989
ISBN: 8807013789
ISBN-13: 9788807013782
Pagine: 142
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *