Il ministro – L’esercizio dello Stato


Dietro le quinte della politica
Mentre noi scherziamo sul Presidente della Repubblica con banali schettinate tra i corridoi del Quirinale, in Francia una viva coscienza critica della politica ci produce un buon ritratto dell’opportunismo e della solitudine del potere, nella figura di un ministro dei trasporti assediato dalla ragion di Stato, dal partito e dalla sua autostima. A Gourmet, ottima e fedele icona dei Dardenne, si deve energia, egocentrismo e fragilità di una figura istituzionale approfondita nel quotidiano come nei momenti eccentrici, in ambienti claustrofobia, l’ufficio, la casa, l’auto, dove tutto succede (bella la notte alcolica trascorsa con l’autista riservato e la sua compagna ribelle al lassismo dei politici, forse appena fuori misura). Compete con il leader in crisi di Servillo in “Viva la libertà” di Andò.

Silvio Danese

Titolo originale: L’exercice de l’État
Nazione: Francia
Anno: 2011
Genere: Drammatico
Durata: 115′
Regia: Pierre Schoeller
Cast: Arly Jover, Zabou Breitman, Michel Blanc, Olivier Gourmet, François Vincentelli, Laurent Stocker, Abdelhafid Metalsi, Brice Fournier
Produzione: Archipel 35, Les Films du Fleuve
Distribuzione: P.F.A. Films, Feltrinelli Cinema
Data di uscita: Cannes 2011
18 Aprile 2013 (cinema)
Trailer:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *