Il lungo XX secolo di Giovanni Arrighi


Il lungo XX secolo
pagina 69

Le tre egemonie del capitalismo storico 69

vi diritti assoluti di governo su territori mutuamente esclusivi, fu sta-bilito che i civili non erano parte in causa nelle dispute tra sovrani. La più importante applicazione di questo principio si ebbe nel settore del commercio. Nei trattati che seguirono la pace di Vestfalia fu inserita una clausola che mirava a ristabilire la libertà di commercio abolendo quelle barriere che erano state elevate nel corso della guerra dei trent’anni. Gli accordi successivi introdussero regole per la protezione della libertà e del commercio di coloro che non partecipava¬no ai conflitti. La limitazione delle ritorsioni nell’interesse del com¬mercio, tipica del sistema di città-stato dell’Italia settentrionale (Sere¬ni, 1943, pp. 43-9), trovò dunque spazio nelle norme e nelle regole del sistema europeo di stati-nazione.
Fu così istituito un regime interstatale che minimizzò gli effetti delle guerre tra i sovrani sulla vita quotidiana dei sudditi.

Il xviii secolo ha visto mille guerre; ma per quanto riguarda la libertà e i buoni rapporti tra le classi colte dei principali paesi europei, con il francese come lingua comunemente riconosciuta, fu il periodo più «internazionale» della storia moderna. I civili potevano muoversi e trattare affari liberamente gli uni con gli altri mentre i loro rispettivi sovrani si facevano guerra (Carr, 1945, p. 4).

Il caos sistemico degli inizi del Seicento fu così trasformato in un nuovo ordine anarchico. La notevole libertà accordata all’iniziativa privata per organizzare pacificamente il commercio attraverso le varie giurisdizioni statali anche in tempo di guerra rifletteva non solo l’interesse generale dei governanti e dei sudditi a disporre di affidabili fonti di approvvigionamento di materiale bellico e di generi di sussistenza, ma anche gli interessi particolari dell’oligarchia capitalistica olandese per un’accumulazione di capitale priva di restrizioni. Que¬sta riorganizzazione dello spazio politico in funzione dell’accumula¬zione di capitale segna la nascita non solo del moderno sistema interstatale, ma anche del capitalismo come sistema mondiale. I motivi per cui ciò avvenne nel xvi secolo sotto la leadership olandese, invece che nel xv secolo sotto la leadership veneziana, sono ovvi.
Il motivo più importante, che comprende tutti gli altri, è che nel xv secolo il caos sistemico non aveva raggiunto quelle dimensioni e quell’intensità che due secoli dopo indussero i governanti europei a riconoscere un comune interesse nella liquidazione del sistema di dominio medievale. La stessa oligarchia capitalistica veneziana si era

Titolo: Il lungo XX secolo
Autore: Giovanni Arrighi
Editore: Net
Collana: Quality paperback
Prezzo: € 13.00
Data di Pubblicazione: Marzo 2003
ISBN: 8851520844
ISBN-13: 9788851520847
Pagine: 515
Reparto: Economia e management > Storia economica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *